IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bullismo, alcool, violenza e doping: gli studenti del Falcone di Loano protagonisti di “Vivi il tuo futuro 2.0”

L'assessore Lettieri: "Prevenzione e sensibilizzazione tra gli studenti rappresentano gli strumenti più importanti"

Loano. Prenderà il via lunedì 19 febbraio presso l’istituto di istruzione superiore “Giovanni Falcone” di Loano “Vivi il tuo Futuro 2.0”, progetto ideato e proposto dall’Asd Krav Maga Parabellum di Loano in collaborazione con il Centro Sportivo Educativo Nazionale (Csen) ed il patrocinio del Comune di Loano.

Il progetto ha l’obiettivo di tutelare la salute dei più giovani tramite la prevenzione e l’analisi di alcuni fenomeni tipici del mondo adolescenziale: il bullismo ed il cyberbullismo, il consumo e l’abuso di alcool, la violenza sulle donne, il doping.

“Queste tematiche sono purtroppo sempre molto attuali – fanno notare il sindaco di Loano Luigi Pignocca ed il vice sindaco con delega alla scuola e ai servizi sociali Luca Lettieri – La prevenzione e la sensibilizzazione dei più giovani rappresentano senza ombra di dubbio gli strumenti più importanti per cercare di contenere l’emergere di situazioni potenzialmente nocive per i nostri ragazzi. E’ per questo che, come amministrazione, abbiamo voluto sostenere con forza il progetto proposto dall’Asd Krav Maga Parabellum. Dialogare con gli studenti, far conoscere loro le conseguenze reali e concrete di fenomeni del genere potrà di sicuro contribuire a renderli uomini e donne più consapevoli e attenti”.

Quasi 120 studenti di cinque classi del secondo anno seguiranno le lezioni in palestra ed in aula condotte settimanalmente dallo staff docente, composto da professionisti ed esperti in diversi campi.

L’avvocato Eva Rocca, presidente dell’associazione “Penelope Liguria”, tratterà i temi delle violenze familiari, del bullismo e del cyberbullismo ed il fenomeno della scomparsa di persona tramite l’approfondimento delle normative in materia e l’analisi di alcuni casi di cronaca avvenuti in Italia.

Attraverso il confronto e la partecipazione attiva dei ragazzi, la psicologa e psicoterapeuta Monica Ricci proporrà riflessioni sulla gestione dei conflitti e su come questo si distingua dalla violenza.

Barbara D’Alessandro, istruttrice e mental-coach specializzata in programmazione neuro-linguistica, presenterà i percorsi e le metodologie da attuare per il raggiungimento dei propri obiettivi a scuola, in campo lavorativo e sportivo.

Davide Carosa, presidente dell’Asd Krav Maga Parabellum nonché istruttore di difesa personale ed operatore sanitario dell’Asl2 savonese, porrà l’accento sulla sicurezza in ambiente urbano e sull’importanza di essere consapevoli di ciò che ci circonda e spiegherà ai ragazzi come i comportamenti e le abitudini sbagliate possano portare all’emergere di situazioni a rischio aggressione; inoltre, introdurrà alcune tecniche base di autodifesa.

Al termine di questo percorso formativo e conoscitivo gli studenti riceveranno un attestato di partecipazione fornito dal comitato provinciale di Csen Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.