Verso il 4 marzo

“Addio alle pensioni di reversibilità”, Giacobbe mette in guardia: “E’ una fake news”

La candidata al senato del Pd spiega: "La fanno passare come una notizia attuale, comprese le dichiarazioni del segretario del sindacato dei pensionati, ma non è vero"

pd vigili del fuoco

Savona. “Tra le tante, gira un’insidiosa fake news. Gira di nuovo, non è la prima volta, ma ora con l’aggravante che hanno corretto la data indicando quella di pochi giorni fa, così ‘l’allarme lanciato dal segretario generale dello Spi-Cgil, Ivan Pedretti’ pare attuale, e in questo modo la disinformazione è completa”. A mettere in guardia i cittadini è Anna Giacobbe, candidata al senato del Partito Democratico.

“La fake news. Recita il titolo: Addio alla pensione di reversibilità: il Governo fa cassa sulle vedove. Non è vero. Fate attenzione, si fa passare come una notizia attuale, comprese le dichiarazioni del segretario del sindacato dei pensionati, una questione di anni fa, del tutto superata. E neppure allora qualcuno pensava di dire ‘addio alle pensioni di reversibilità’: si era aperta una discussione, generata da una relazione tecnica a un disegno di legge, sul fatto che la reversibilità fosse un trattamento assistenziale e non previdenziale. Ci fu allora un chiarimento, molto netto: i contributi che si versano alle casse di previdenza comprendono anche la copertura delle pensioni ai superstiti, e quindi di pensioni e non di assistenza si tratta. E la questione è stata chiusa” spiega Giacobbe.

“Ma c’è qualcuno che pensa di usare questa storia per fare confusione e generare allarme. Le pensioni sono una cosa seria, le persone che ricevono una pensione di reversibilità, in maggioranza donne, vivono con redditi spesso molto bassi. Strumentalizzare situazioni difficili e mettere in ansia queste persone per gettare fango sul Pd è colpevole e vile” conclude la candidata al senato del Partito Democratico.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.