Rari Nantes Savona in partita per metà gara, poi lo Sport Management mostra il suo valore - IVG.it
Serie a1

Rari Nantes Savona in partita per metà gara, poi lo Sport Management mostra il suo valorerisultati

Nel complesso un'altra buona prestazione dei biancorossi, che chiudono il girone di andata in quarta posizione

rari

Savona. In questo campionato di Serie A1 quando una squadra affronta una delle tre corazzate che lottano per il vertice non può fare altro che cercare di limitare i danni, oltre che disputare una partita molto utile per crescere. Nessuna formazioni, infatti, è stata ancora capace di togliere punti alle prime tre della classifica.

La Rari Nantes Savona, fatta eccezione per la scoppola subita per mano della Pro Recco all’esordio, ha ben figurato sia col Brescia (da cui perse 4-7) che con lo Sport Management, uscito vittorioso oggi dalla Zanelli per 11 a 6. Buone prestazioni che legittimano l’eccellente quarto posto occupato dai biancorossi.

La partita. La Rari entra in acqua senza timori di sorta e dopo 1’35” sblocca il risultato con un gol di Giovanni Bianco in superiorità numerica. Un paio di minuti dopo pareggia Luongo.

A 6’02” è Grummy a mettere la palla in rete. Le fasi finali del primo quarto regalano un botta e riposta: a 15″ dal termine Luongo batte Soro per il 2-2; a 3″ dalla prima sirena Lorenzo Bianco porta il Savona in vantaggio per la terza volta. Il gol del numero 5 biancorosso è il primo a uomini pari.

Secondo tempo e la reazione dello Sport Management non si fa attendere. Trascorre poco più di un minuto e Petkovic, in superiorità, insacca il pallone del 3 a 3. Il primo vantaggio ospite arriva a 1’55”: lo realizza Blary a uomini pari.

La Rari non demorde e a 3’17” conquista un rigore che Grummy trasforma: 4 a 4. Passano però soli 26″ e i gialloblù tornano avanti con la rete di Luongo. La vicecapolista è implacabile nelle occasioni con l’uomo in più e a 2’08” da metà gara va sul più 2 grazie al gol di Baraldi. A metà gara, comunque, i savonesi sono ancora in partita.

Nel terzo tempo i biancorossi cedono al ritmo poderoso dello Sport Management. Le reti di Di Somma e Petkovic portano il risultato sul 4-8 dopo soli due minuti. Ad interrompere il parziale ospite di 0 a 4 è la rete di Colombo, cui però fa immediatamente seguito la segnatura di Petkovic, ancora con l’uomo in più. A 5’30” Damonte scrive il proprio nome nel tabellino dei marcatori: risultato sul 6 a 9.

Nell’ultima frazione, con un micidiale uno-due nel secondo minuto di gioco, frutto delle reti di Blary a uomini pari e Petkovic su rigore a 23″ di distanza l’una dall’altra, gli ospiti mettono al sicuro il risultato. Poi la partita scorre senza più sussulti, nell’attesa della sirena conclusiva.

La sconfitta non fa male alla Rari Nantes Savona, che termina il girone di andata solitaria in quarta posizione, con 6 punti di vantaggio sulla Lazio, settima in classifica. A completare la top six ci sono Ortigia e Canottieri Napoli, che oggi hanno dato vita ad un incontro dal risultato singolare, finito 1 a 2 per i siciliani.

Alberto Angelini commenta: “Sono stati quattro tempi di grande qualità fisica della squadra con la seconda forza del campionato. Faccio i complimenti ai ragazzi. Ovviamente la qualità in queste occasioni fa la differenza. Complimenti allo Sport Management che ha vinto, ma faticando“.

Il massimo campionato tornerà sabato 10 febbraio alle ore 18, quando la Rari Nantes Savona ospiterà la Pro Recco. Poi, nei restanti 12 turni, i biancorossi dovranno cercare di conquistare i punti necessari per mantenersi tra le prime sei.

Il tabellino:
Rari Nantes Savona – Bpm Sport Management 6-11
(Parziali: 3-2, 1-4, 2-3, 0-2)
Rari Nantes Savona: Soro, Delvecchio, Damonte 1, Steardo, L. Bianco 1, Ravina, Piombo, K. Milakovic, G. Bianco 1, J. Colombo 1, De Freitas Guimaraes 2, Teleki, Missiroli. All. Alberto Angelini.
Bpm Sport Management: Lazovic, E. Di Somma 1, Blary 2, Figlioli, Fondelli, Petkovic 4, Drasovic, Gallo, Mirarchi, Luongo 3, Baraldi 1, Valentino, Nicosia. All. Marco Baldineti.
Arbitri: Riccardo D’Antoni (Siracusa) e Vittorio Frauenfelder (Salerno). Delegato Fin: Carlo Salino (Albisola Superiore).
Note. Usciti per limite di falli Steardo, Di Somma e Drasovic nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 3 su 14 più 1 rigore segnato, Sport Management 7 su 10 più 1 rigore fallito.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.