IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, centrodestra: in caso di exploit a Roma con Vaccarezza anche Guarnieri

Ripamonti e Foscolo negli uninominali di Senato e Camera, a Imperia "paracadutato" l'ex direttore di Panorama Giorgio Mulé

Liguria. Angelo Vaccarezza ormai sicuro della candidatura. Paolo Ripamonti schierato contro Luigi De Vincenzi, con Sara Foscolo a sfidare Gianluigi Granero. Santiago Vacca e Ileana Romagnoli a sgomitare nel proporzionale, e un nome a sorpresa: Rosy Guarnieri, che per una serie di congiunture politiche potrebbe finire alla Camera.

E’ quanto emerge al termine delle lunghe trattative in seno al centrodestra. Dopo lunghissime giornate al cardiopalma che hanno rischiato di creare tensioni anche con la Lega, oggi sembra essere tornato il sereno: il governatore Giovanni Toti dal suo ritiro spezzino ha continuato per 48 ore il paziente lavoro di mediazione insieme ai suoi fedelissimi e i risultati sono arrivati.

Nei due collegi centrali di Genova Toti sosterrà ovviamente l’amico e assessore leghista Edoardo Rixi alla Camera, mentre per il Senato la scelta, ormai definitiva, è su Angelo Vaccarezza, capogruppo azzurro in Regione (che sfiderà il ministro Roberta Pinotti). Con Rixi e Vaccarezza a Genova Toti è convinto di poter duplicare nel capoluogo ligure il successo delle amministrative con il sindaco Bucci.

Sempre per il Senato, nel collegio uninominale savonese correrà il leghista Paolo Ripamonti: l’attuale assessore alla Sicurezza del capoluogo dovrà vedersela contro Luigi De Vincenzi. Ma della partita dovrebbe essere anche un altro assessore savonese: in questo caso si tratterebbe di Ileana Romagnoli, schierata al quarto posto del proporzionale nella lista di Forza Italia.

Per quanto riguarda la Camera, nel collegio uninominale savonese il centrodestra dovrebbe schierare Sara Foscolo: la vicesindaco di Pietra Ligure sarà presente anche nella lista proporzionale del Carroccio, subito dopo Rixi (che oltre all’uninominale è candidato anche in altri collegi). Al terzo posto dovrebbe esserci Flavio Di Muro, attuale capo di gabinetto dello stesso Rixi, ed al quarto l’ex sindaco di Albenga Rosy Guarnieri. Una posizione che potrebbe comunque proiettarla a Roma: in caso Foscolo e Rixi vincano i rispettivi collegi uninominali il posto andrebbe teoricamente a Di Muro che però, secondo i bene informati, verrebbe “dirottato” in Regione in veste di assessore per sostituire proprio Rixi. A quel punto ecco che immaginare Guarnieri in Parlamento non sarebbe fantapolitica.

Forza Italia, invece, alla Camera avrebbe deciso di candidare tra gli altri Santiago Vacca: secondo le ultime voci l’ex sindaco di Borghetto Santo Spirito sarà al terzo posto nel proporzionale di ponente. Davanti a lui due nomi “di fuori”: Giorgio Mulé, ex direttore di Panorama, candidato anche nell’uninominale per il collegio di Imperia, e Melania Rizzoli. Due nomi imposti, certo, ma non sgraditi a Toti: il primo lo conosce bene come giornalista ma anche amico di famiglia, alla seconda lo uniscono la stima reciproca e le molte amicizie in comune, tra cui quella di Paolo Liguori (per il governatore ligure un amico di vecchia data).

Sembra dunque scongiurata la candidatura a Imperia di Lorenzo Cesa, esponente della “Quarta gamba” del centrodestra, totalmente inviso ai leghisti. Alla fine la partita dovrebbe quindi chiudersi con meno “paracadutati” del previsto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.