Sfida tra giovani

Concorso Zonta, ad Alassio si elegge il miglior receptionist del “Giancardi”

Il club di Alassio- Albenga dedica un premio alla cultura dell’ospitalità e dell’accoglienza turistica

Alassio. Al via la selezione per la fase finale del concorso Zonta Club che vede in gara i centodieci alunni delle classi seconde dell’Istituto alberghiero di Alassio.

La sfida, rivolta ai futuri receptionist, voluta dallo Zonta Club di Alassio e Albenga ha tra gli obiettivi primari la valorizzazione dell’addetto al ricevimento, figura professionale strategica nell’ambito dell’economia e della gestione della struttura alberghiera.

Un lavoro in continua trasformazione e che richiede una formazione continua in grado di reggere il dinamismo del mercato turistico. Di qui, come sottolinea la dirigente scolastica Simonetta Barile “la necessità di promuovere, attraverso concorsi didattico-formativi, le competenze curriculari necessarie per svolgere questa professione”.

La gara si è svolta sotto la regia dei docenti Giovanni Marello, Nello Simoncini e dall’assistente tecnico Cristina Marcenaro, nonché della giuria tecnica composta dalla presidente del club Sandra Beriolo e dalle socie Antonella Raimondo e Ida Boni. La fase preliminare ha definito i dieci finalisti che concorreranno per aggiudicarsi il corso di lingua inglese e le macchine fotografiche digitali, messe in palio dagli organizzatori.

Il bando di gara prevedeva una simulazione di comunicazione diretta al banco del front-office e una comunicazione telefonica al termine del test sono stati ammessi alla selezione finale i seguenti alunni: Delfino Federica, Barbieri Alessia, Calabrese Simone, Merlini Gabriele, Castrogiovanni William, Trombetta Andrea, Mangano Luca, Enrico Martina, Cucchietti Alessio e Fiorito Fabio.

Il concorso, promosso dal Centro Studi sul Turismo del “Giancardi”, si concluderà il prossimo 14 marzo con un colloquio attitudinale finale.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.