Sicurezza

Cairo, sopralluogo del sindaco con Anas e forze dell’ordine lungo il tratto rocchettese della Ss29 fotogallery

Dopo l'ennesima vittima di quella strada "insanguinata" si valuta l'ipotesi autovelox per tutelare i residenti

carabinieri sp29 rocchetta

Cairo Montenotte. A poche settimane dall’ennesima tragedia nel tratto rocchettese della Ss29, dove a fine dicembre ha perso la vita una donna ucraina mentre si accingeva ad attraversare la strada, il sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini, sollecitato dai residenti, ha effettuato un sopralluogo con l’Anas e le forze dell’ordine.

In corrispondenza con via Rango Libero, proprio dove viveva la badante straniera deceduta sul colpo dopo essere stata investita da un’auto, c’è un attraversamento pedonale pericoloso e poco segnalato. Ma non solo. Nel tratto tra la galleria e il bivio per Dego l’alta velocità e la scarsa illuminazione sono sempre stati i responsabili di sinistri gravi, talvolta mortali.

Ecco quindi la volontà di porre rimedio ad una situazione di forte pericolo, ed è il sindaco che chiede agli organi competenti in materia di viabilità come sia possibile intervenire. Il primo cittadino ha chiesto l’installazione di un autovelox, a breve si conosceranno le decisioni che saranno assunte per tutelare l’incolumità dei residenti.

leggi anche
Donna investita a Cairo Montenotte
Tragedia
Cairo Montenotte, donna investita sulla provinciale per Rocchetta: deceduta
Donna investita a Cairo Montenotte
Basta!
Cairo, sale la rabbia dei rocchettesi dopo l’ennesimo investimento mortale sulla Sp29

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.