Altre news

Cairo, il professor Giorgio Amico inaugura gli incontri organizzati da Anpi

Previsti altri incontri per “condividere e portare avanti riflessioni sugli ideali di antifascismo, democrazia e rispetto della Costituzione"

Cairo Montenotte Incontri Anpi

Cairo Montenotte. Ieri pomeriggio, alla presenza di un pubblico attento , partecipe e numeroso, si è svolto il primo di una serie di incontri aperti alle cittadine ed ai cittadini organizzato dalla sezione “P. Alisei Lupo” di Cairo Montenotte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, con il patrocinio del Comune di Cairo Montenotte.

A tenere la conferenza dal titolo “Letterartura e Resistenza : scrittori, pagine, idee” è stato invitato il professor Giorgio Amico, che si interessa di ricerca storica,partecipa ad incontri culturali ed ha scritto libri editi da Feltrinelli e Mondadori.

Ha presenziato all’incontro il sindaco di Cairo Montenotte, Paolo Lambertini, che ha portato il saluto dell’amministrazione comunale; la segretaria dell’Anpi di Cairo M.Grazia Sartore a nome della presidente Leda Bertone, impossibilitata a presenziare, del consiglio direttivo della sezione e di tutti gli iscritti, ringraziando i presenti “per aver accolto l’invito”. Sartore ha spiegato come l’ Anpi locale intenda “condividere e portare avanti riflessioni sugli ideali di antifascismo, democrazia e rispetto della Costituzione in modo concreto, proponendo per il 2018 incontri a cadenza mensile di carattere letterario, storico e culturale”.

L’incontro di ieri, tenuto con profonda competenza dal professor Amico, era incentrato sugli scrittori resistenziali Calvino, Laiolo, Pavese e Fenoglio visti come “uomini di sentimenti e di ideali politici, esempi di scelte e coerenza”.

Le parole di Beppe Fenoglio tratte dal libro “Il partigiano Johnny”, lette con sincera passione dal relatore, ben sintetizzano lo spirito che ha caratterizzato il pomeriggio: “Johnny pensò che un partigiano sarebbe stato come lui ritto sull’ultima collina guardando la città la sera della sua morte . Ecco l’importante: che ne rimanesse sempre uno”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.