IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al via le iscrizioni al liceo scientifico delle scienze applicate, il nuovo corso di studi del “Falcone” di Loano

E' particolarmente orientato alle discipline scientifiche, con il potenziamento di matematica, fisica e scienze

Loano. Si sono aperte oggi, martedì 16 gennaio, le iscrizioni al liceo scientifico delle scienze applicate, il nuovo corso di studi attivato dalla Regione Liguria presso l’istituto di istruzione superiore “Giovanni Falcone” di Loano.

Come spiegato dalla dirigente dell’istituto loanese, Ivana Mandraccia, si tratta di “un indirizzo liceale che non contempla lo studio del latino e risulta particolarmente orientato alle discipline scientifiche, con il potenziamento di matematica, fisica e scienze. Il nuovo corso di studi è aperto a tutte le nuove tecnologie, con un utilizzo ampio e trasversale degli strumenti informatici e un’attenzione specifica per la didattica di laboratorio”.

“Il diploma di liceo scientifico delle scienze applicate fornisce allo studente “avanzate competenze negli studi afferenti alla cultura scientifico-tecnologica e una formazione culturale e metodologica che permette l’accesso a tutte le facoltà universitarie. Nel piano di studi sono previste 27 ore settimanali nel biennio e 30 nel triennio: ciò consente un’articolazione oraria dal lunedì al venerdì senza rientri pomeridiani”.

“L’attivazione del liceo scientifico delle scienze applicate a Loano – commentano il sindaco di Loano Luigi Pignocca ed il vice sindaco ed assessore con delega alla scuola Luca Lettieri – è stata possibile grazie all’approvazione, da parte del consiglio regionale, dell’emendamento proposto dal capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza al ‘Piano di dimensionamento della rete scolastica e Piano dell’offerta formativa 2018/2019’. Questo risultato rappresenta un esempio di buona politica, attenta alle esigenze del territorio. La nascita di questo nuovo corso di studi costituisce una grande opportunità per i ragazzi e le famiglie di Loano e dell’intero comprensorio. A nome di tutta l’amministrazione comunale rivolgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti alla preside, professoressa Ivana Mandraccia, per la preziosa collaborazione nel raggiungimento di questo importante risultato.”

Accanto a questa importante novità, l’istituto loanese conferma poi la propria tradizionale e consolidata offerta formativa che comprende il settore economico (con gli indirizzi “turismo”, “amministrazione, finanza e marketing”, “relazioni internazionali” e “sistemi informativi aziendali”) e il settore tecnologico con (gli indirizzi “costruzioni”, “ambiente e territorio”, più conosciuto come geometri, e “grafica e comunicazione”).

Di recente l’istituto ha rinnovato due laboratori di informatica; in previsione del nuovo corso di studi, poi, la dirigenza scolastica sta lavorando al potenziamento dei laboratori di fisica e chimica, materie che il settore tecnologico affronta solo nel primo biennio del corso di studi e ad un livello meno avanzato rispetto a quello dell’indirizzo scientifico.

“La qualità della preparazione dei diplomati del Falcone – aggiunge Ivana Mandraccia – è stata confermata dai risultati che gli ex allievi hanno conseguito nel loro percorso universitario, aggiudicandosi più volte il premio Iris dell’Università di Genova e dalle ultime rilevazioni della ricerca Eduscopio che lo individua come il primo istituto della provincia relativamente al settore tecnologico e il secondo nel settore economico”.

“Numerose sono poi le attività che l’istituto mette in campo sia per rinforzare le discipline di base, sia per sostenere gli allievi in difficoltà, grazie ad un nuovo progetto realizzato con fondi europei. Altrettanto ricca l’offerta formativa extracurricolare, volta a valorizzare le competenze specifiche e le eccellenze nelle varie discipline. Particolarmente significative le attività di eccellenza di economia aziendale, le certificazioni di lingue straniere, veicolate nelle classi quinte anche dalla metodologia Clil (studio di economia aziendale, diritto, geografia turistica in lingua inglese) e sostenute dalle esperienze di scambio con scuole di paesi dell’Unione Europea e dagli stage linguistici all’estero. Assai apprezzate anche le attività del centro sportivo scolastico che, grazie anche all’ampia palestra a disposizione della scuola, offrono due pomeriggi alla settimana di sport aggiuntivi. Nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro si sono stabilite utilissime collaborazioni con i musei liguri, il Fai, il Collegio dei Geometri, la Confcommercio di Savona, multinazionali come la Bosch, importanti studi professionali e aziende del territorio, associazioni culturali come ‘Il Barone rampante’ e testate giornalistiche on line come IVG.it”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.