IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vaccini, ordine del giorno in Consiglio regionale: “Superare le criticità della legge”

Il documento impegna la Regione a proseguire sulla strada del dialogo e della collaborazione con famiglie e comuni

Liguria. Con 22 voti favorevoli (FI, Lega Nord Liguria-Salvini, Giovanni Toti Liguria, Rete a sinistra&liberaMENTE Liguria, Movimento 5 Stelle), 6 contrari (Pd) e 1 astenuto (Liguria Popolare) è stato approvato l’ordine del giorno illustrato da Claudio Muzio (Forza Italia) e sottoscritto dal collega di gruppo Angelo Vaccarezza, da Giovanni Battista Pastorino e Francesco Battistini di Rete a Sinistra-Libera-MENTE Liguria e da Alessandro Piana (Lega Nord Liguria-Salvini), che impegna la giunta a proseguire sulla strada intrapresa nei mesi scorsi dall’assessorato competente in tema di immunizzazione tramite vaccinazioni, continuando a ricercare il dialogo e la collaborazione con le famiglie e le istituzioni.

Sull’obbligo delle vaccinazioni, il documento approvato dal Consiglio regionale impegna la giunta ad assumere tutte le iniziative ritenute opportune, a livello istituzionale e politico, affinché possano essere superate le ulteriori criticità della legge 119 del 2017 di conversione del decreto sulle “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” nelle parti riguardanti le misure coercitive e le sanzioni, per garantire a tutti i bambini e alle loro famiglie la possibilità di esercitare il diritto all’istruzione.

Inoltre, si chiede adoperarsi affinché tutti i minori non vaccinati, ma regolarmente iscritti e accettati, possano giungere a conclusione dell’anno scolastico 2017/2018 nel rispetto di quanto sancito dalla Costituzione Italiana.

Il documento, infine, impegna la giunta a continuare, avvalendosi di A.Li.Sa e delle Asl, le campagne di informazione circa la prevenzione vaccinale.

Nel dibattito sono intervenuti, dopo Claudio Muzio, Gianni Pastorino (Rete a sinistra&liberaMENTE Liguria), Gabriele Pisani (Mov5Stelle), Andrea Costa (Liguria Popolare), Francesco Battistini (Rete a sinistra&liberaMENTE Liguria), Marco De Ferrari e Andrea Melis (Movimento 5 Stelle), Luigi De Vincenzi, Valter Ferrando e Luca Garibaldi (Pd), Angelo Vaccarezza (FI) e l’assessore alla sanità Sonia Viale.

“Ho accettato volentieri di sottoscrivere questo documento – ha commentato il presidente del Gruppo Consiliare Forza Italia Angelo Vaccarezza – sono convinto dell’utilità delle vaccinazioni quale strumento di prevenzione di alcune patologie infettive, credo però che la ‘Legge Lorenzin’ non sia stata in grado di creare quell’equilibrio tra scelte personali e necessità di salvaguardia della sicurezza sanitaria del resto della popolazione”.

“Nello specifico, credo che alcune regole fra le quali quella che prevede la preclusione di frequenza della scuola dell’infanzia ai bambini non vaccinati – ha proseguito il consigliere di Forza Italia – vadano modificate, dopo che un primo passo è stato fatto in Conferenza delle Regioni nella fase di conversione del Decreto in Legge. Da quella sede, anche grazie all’impegno dell’assessore Sonia Viale, è partita la proposta, poi recepita, di alleggerire le norme inerenti la parte sanzionatoria”.

“Debbo purtroppo constatare che da parte del Governo non è stato predisposto un reale confronto con i cittadini e le famiglie. Non è stata fatta alcuna campagna di informazione che potesse aiutare i cittadini a decidere in maniera consapevole. La sanità è una tema delicato, che si basa anche sulla condivisione fra i soggetti coinvolti, all’interno di un percorso di alleanza terapeutica: non possiamo non tenerne conto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.