IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spazi pubblici che diventano “privati”, il caso di Pietra Ligure: mozione della minoranza foto

Dopo il caso di via Privata Grotta altre anomalie sulle vie pietresi

Pietra Ligure. “Ci sono giunte parecchie rimostranze circa lo stato di lassismo che sussiste in via Montale e via De Amicis, due strade inserite in un contesto abitativo molto denso e popolato, specialmente d’estate. Sembra che in queste strade stia succedendo quello che è già successo in via Privata Grotta ed in piazza della Vittoria, dove, da un giorno all’altro, spazi senz’altro “pubblici”, sono diventati “proprietà privata” con tanto di segnature in terra con la scritta “riservato” e l’installazione di espliciti cartelli di “proprietà privata” con “divieti di sosta”. La denuncia arriva dal consigliere comunale di minoranza Mario Carrara, che ha già depositato una mozione consiliare per chiedere spiegazioni in merito all’anomala situazione.

“Che dire, poi, sul fatto che la strada, a lato Finale, di via De Amicis, che é sempre stata transitabile da chiunque, sia stata delimitata da sbarre in apertura e chiusura, sia prospicienti via Cesare Battisti, sia su viale della Repubblica? Con tanto di delimitazione segnaletica su palo di “divieto di transito” e il solito “proprietà privata”?” si chiede l’esponente della Lista Civica dei Pietresi.

“Appare opportuno rilevare che, mentre nessuno obietta che gli scarsi, pochi spazi destinati a “verde”, seppur nell’incuria e nell’abbandono, siano incontestati come “pubblici” (probabilmente per non dover sostenere i costi della manutenzione) mentre gli spazi asfaltati, loro finitimi, pur se a suo tempo ceduti al Comune, siano rivendicati e delimitati come privati?”.

E Carrara aggiunge: “Appare, inoltre, “sconcertante” la delimitazione che si protende verso la strada pubblica con paletti e catene, di fronte all’ex negozio Verus. E’ una cosa inconcepibile che, di fatto, in una zona altamente abitata, soffocata dal cemento e dalla speculazione edilizia, in cui c’è una “fame”, un bisogno disperato di spazi, possa sussistere. o peggio, essere tollerata l’esistenza di una piazzetta privata, recintata con catene. Questo é un “retaggio” di assurde situazioni catastali di “reliquati” di terreno che, oggi, non è concepibile, né accettabile. Ciò considerando anche che negli ultimi tempi la pressoché totalità dei sottotetti dei palazzo delle vie Montale e De Amicis in argomento, sono diventate “mansarde abitabili” aumentando, quindi, ancor più il carico umano insediativo della zona, già di per sé ben “ingolfato”.

via de amicis pietra

“Che dire, in ultimo, degli orrendi vasi, vetusti e decrepiti, pieni di detriti, immondizia ed erba secca prospicienti in via Cesare Battisti?”.

“E’ per tutti questi motivi che si chiede al Consiglio Comunale di approvare la mozione che impegna il sindaco e la Giunta ad intraprendere tutte le opportune iniziative necessarie per eliminare tutti gli abusi nelle delimitazioni degli spazi esistenti in via Montale e via De Amicis, nonché alla rimozione di tutte le segnaletiche improprie e delle sbarre”.

“Impegna, inoltre, alle iniziative necessarie, compresa l’adozione di procedure d’esproprio, per aumentare la dotazione di spazi pubblici nella zona, eliminando recinzioni con catene e paletti che, sussistenti proprio nella zona più “larga” delle dette strade e prospiciente con via Cesare Battisti, risultano “strategiche” per migliorare la circolazione veicolare e pedonale e la disponibilità degli spazi” conclude il testo della mozione consiliare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.