IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, via libera al piano sociosanitario: sì alla riapertura dei pronto soccorso di Albenga e Cairo

Confermato il mantenimento del Dea di II livello del Santa Corona

Regione. Il piano sociosanitario 2017-2019 è stato approvato oggi dalla 2^ commissione salute e sicurezza della Regione. Lo annuncia la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla sanità Sonia Viale, al termine della riunione.

“Mi attendo un dibattito articolato nell’aula del consiglio regionale – afferma l’assessore Viale – ma sono molto soddisfatta dell’esito di questo primo passaggio, che conferma l’impianto complessivo del piano sociosanitario. Spiace che tutta l’opposizione (Pd, Movimento Cinque Stelle, Rete a Sinistra & LiberaMente Liguria) abbia votato contro il mantenimento del Dea di II livello al Santa Corona di Pietra Ligure e la riapertura dei tre pronto soccorso di Cairo Montenotte, Bordighera e Albenga. Voglio ricordare che il piano aveva incassato anche la sostanziale approvazione nel corso delle audizioni con i pareri favorevoli dei numerosi soggetti auditi. Dopo il passaggio definitivo in Ccnsiglio regionale, si aprirà la sfida sulla capacità del sistema di attuare la programmazione”.

Sono confermate, tra l’altro, la riapertura dei pronto soccorso negli ospedali di Cairo Montenotte, Bordighera e Albenga; lo sviluppo dell’integrazione sociosanitaria tra ospedale e territorio verso una sanità sempre più a chilometro zero che metta al centro la persona; la nascita di dipartimenti interaziendali regionali (Diar), per valorizzare ancora di più le professionalità esistenti e la presa in carico del paziente.

Confermati anche gli obiettivi sul fronte economico finanziario con l’azzeramento del disavanzo nel 2020, con una serie di azioni programmate di efficientamento, mantenendo sempre o migliorando la qualità dei servizi erogati ai cittadini. Tra i punti cardine del piano, confermati nel testo approvato in commissione, l’implementazione dell’utilizzo di nuove tecnologie applicate all’assistenza sanitaria e la realizzazione di una serie di azioni innovative ad esempio sulla gestione delle malattie rare.

Alessandro Piana, capogruppo regionale della Lega Nord, commenta: “Sul nuovo piano sociosanitario abbiamo visto un centrodestra coeso, serio e democratico. Non certo ‘smarrito’ o ‘in stato confusionale’ come vorrebbero far credere M5S e Pd. Infatti, il Piano 2017-2019 oggi è stato approvato dalla 2^ commissione regionale salute e noi siamo soddisfatti dell’esito del primo passaggio in vista del prossimo esame dell’Assemblea Legislativa della Liguria”.

“Oggi sono stati solo presentati alcuni emendamenti che la vicepresidente ed assessore Sonia Viale ha recepito in modo intelligente e corretto. Difatti, è una prerogativa di ogni consigliere regionale, che rappresenta il suo territorio, suggerire anche formalmente eventuali emendamenti. Non è dunque vero che il centrodestra abbia perso la bussola”.

“In definitiva, il ‘can-can’ dell’opposizione su quanto è accaduto in commissione non è altro che una tempesta in un bicchier d’acqua perché le argomentazioni di M5S e Pd, anche in questo caso, appaiono la solita fuffa. La cittadinanza non ne può più di attacchi politici esagerati e di chiacchiere, ma si aspetta che gli amministratori pubblici riescano finalmente a dare risposte concrete ai gravi problemi creati in passato dal centrosinistra. Il nuovo Piano sociosanitario va in questa direzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.