IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manutenzione dell’area verde di Berla, il sindaco di Plodio risponde alla minoranza

Il primo cittadino risponde all'interrogazione presentata per conoscere “i motivi dell’assenza di manutenzione dell’area verde e di sosta”

Più informazioni su

Plodio. “L’opposizione ci scrive per ricordarci che è arrivato l’autunno, che i cittadini usufruiscono di un concreto e comodo servizio di smaltimento dei rifiuti ingombranti, che piazza Barla è da riqualificare quando noi abbiamo già stabilito di farlo da sei mesi”. Così il sindaco di Plodio, Gabriele Badano, risponde all’interpellanza presentata nei giorni scorsi dalla minoranza consiliare per conoscere “i motivi dell’assenza di manutenzione dell’area verde e di sosta” in località Barla, proprio all’entrata del paese per chi proviene da Carcare.

“Gli allegati fotografici a corredo dell’interrogazione del gruppo consiliare di minoranza evidenziano più di ogni altra cosa un fatto per alcuni aspetti previsto dagli esperti: è arrivato l’autunno e con esso, come spesso accade, cadono le foglie – dice ironicamente il primo cittadino – Per quanto riguarda i rifiuti ingombranti sul manto stradale, si è accertato che gli stessi sono stati depositati, peraltro in maniera ordinata, da un cittadino plodiese il primo novembre, quindi in conformità al Regolamento comunale e gli oggetti sono stati poi raccolti nei tempi stabiliti dall’azienda incaricata”.

“Il tema del decoro urbano rappresenta un argomento a cui questa amministrazione ha sempre posto particolare attenzione, a cominciare dall’idea di erigere recinzioni in legno intorno alle piazzole dei cassonetti per la raccolta delle varie frazioni di rifiuti. Sull’argomento, però, non possiamo fare a meno di ricordare come proprio il gruppo consiliare proponente l’interrogazione, durante un intervento fatto in una recente seduta del Consiglio Comunale, abbia pubblicamente criticato la scelta dell’amministrazione di limitare nel numero tali depositi, al fine di evitare indebiti conferimenti da parte di cittadini non residenti e contemporaneamente di ridurre l’impatto visivo che questi oggetti ineludibilmente provocano”.

“Si invitano quindi i consiglieri della minoranza a decidersi: vogliono che il servizio continui con criteri più permissivi degli attuali oppure no? Se vagheggiano di consentire il deposito addirittura di un numero illimitato di ingombranti non si possono poi lamentare per lo scarso decoro. Per noi ovviamente, l’attuale metodologia rappresenta una buona scelta, in quanto ci permette di conseguire percentuali di differenziata in linea con le direttive ministeriali senza essere coercitivi nei confronti dei cittadini, avendo noi scelto un metodo di raccolta gentile, comodo ed efficace. Per i risultati raggiunti e certificati dagli Enti a noi sovraordinati, vogliamo ringraziare soprattutto i plodiesi responsabili: senza il loro impegno tutti gli sforzi sarebbero vanificati. Da parte nostra, abbiamo da tempo incaricato la polizia locale di periodici controlli onde evitare abusi e violazioni di ogni tipo: pur con i limiti di risorse e tempo, sono già numerosi i verbali elevati per violazione al regolamento comunale sulla raccolta dei rifiuti.”

“Nell’ottica delle sinergie sempre auspicabili nell’interesse del nostro paese, sarebbe molto utile che i consiglieri di opposizione segnalassero con precisione eventuali irregolarità nel servizio e non si limitassero a formulare critiche generiche o palesemente errate, che non portano costrutto alcuno. Infine, circa lo stato della piazzetta, anche questa volta l’opposizione arriva in ritardo: l’anno scorso l’abbiamo riasfaltata e da mesi abbiamo deciso di riqualificare ulteriormente la zona procedendo ora sulla vegetazione, prova ne è il preventivo dei lavori in allegato alla presente risposta risalente ormai alla fine di giugno. Forse ai solerti consiglieri, presi nelle loro preoccupazioni, è sfuggita la gravissima siccità che ci ha colpito e ha impedito evidentemente di sistemare la zona già a settembre, come avremmo voluto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.