IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, eletto il consiglio comunale dei ragazzi foto

Il sindaco Junior è il tredicenne Alessandro Bregolin, il vicesindaco la coetanea Alessia Gerundo

Andora. A partire da oggi, Andora ha un “sindaco junior”. Si chiama Alessandro Bregolin, ha 13 anni e fa parte della classe terza B dell’istituto secondario di primo grado Benedetto Croce. Suo braccio destro, come vicesindaco, è stata proclamata Alessia Gerundo,13 anni, della classe terza A.

Dopo le elezioni  dei 18 consiglieri, avvenute il 30 ottobre scorso, questo pomeriggio a Palazzo Tagliaferro, c’è stata la designazione ufficiale del primo cittadino dei ragazzi di Andora, in quello che è stato l’atto d’esordio del neo “consiglio comunale junior”.

Il primo cittadino dei ragazzi ha ricevuto la fascia dal sindaco Mauro Demichelis. In questo modo il comune vuole avvicinare le istituzioni ai giovani, dando la possibilità ai ragazzi di esprimersi su tematiche ambientali, attività culturali, attività didattiche,  ricreative e  sportive, facendo anche proposte concrete.

“Voi siete il presente veloce e connesso con il mondo. Vi invitiamo a metterci in contatto con i vostri desideri. Parlate fra voi, discutete sulle esigenze della vostra età  e su come il Comune potrebbe intervenire con servizi anche nuovi – ha detto ai giovani consiglieri il primo cittadino andorese. – Vi chiediamo di esprime tutto il vostro talento su tematiche su cui certamente saprete dare il vostro contributo di giovani idee. I cittadini devono disegnare insieme alle istituzioni il futuro della propria comunità. Sono certo che farete un lavoro accurato e saprete esprimere le istanze dei vostri coetanei. Ricordatevi che amministrare vuol dire anche saper realizzazione progetti utili per la comunità, utilizzando al meglio le risorse a disposizione dei comuni. È desiderio di questa amministrazione che una proposta del consiglio comunale dei ragazzi possa arrivare a essere approvata dal consiglio maggiore e che il vostro lavoro diventi realtà. Ringrazio voi per aver accettato questa sfida e anche i vostri insegnanti che vi saranno vicini in questo percorso di crescita civica”.

“Vogliamo raccogliere le idee di tutti i ragazzi per migliorare la scuola e anche altri ambiti”, ha spiegato il neo sindaco junior Bregolin.

“Sono molto contenta: presto ci riuniremo con i consiglieri per sentire le proposte di tutti”, – ha aggiunto il vicesindaco junior Gerundo.

Gli eletti in consiglio sono stati Gaia Piovano e Cesare Savastano della  classe 1A, Ilenia Morelli e Samuel Gagliolo, classe 1B,   Martina Ruci e Mehboob Nicolini, classe 1C, Ginevra Stefanì Zerbone e Nicolò Bile, classe 2A, Evelin De Venere e Lorenzo De Stefano, classe 2B, Alessia Valenti e Diego Martini, classe 2C, Alessia Gerundo e Andrea Bruzzone della classe 3A, Allegra Preve e Alessandro Bregolin per la classe 3B, Bianca Nicolini e Nicolò Cortese per la classe 3C.

Soddisfazione in merito all’iniziativa è stata espressa dal consigliere delegato all’Istruzione e capogruppo di maggioranza, Daniele Martino, che ha seguito il progetto dagli esordi: “Quest’oggi si è realizzato il desiderio del nostro sindaco Mauro Demichelis di dare voce alle richieste e ai desideri, ai bisogni e alle speranze delle giovani e dei giovani di Andora. Il consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi è, infatti, già da subito il raccordo forte e concreto che unisce le studentesse e gli studenti del nostra città al consiglio comunale dei ‘grandi’. E’ un fondamentale elemento che ci permette di programmare insieme l’Andora dei prossimi anni, aumentando ancora di più lo straordinario senso di appartenenza che unisce in maniera forte la nostra comunità”.

Infine, Manuela Marchiano, presidente del consiglio comunale di Andora, ha sottolineato come quest’esperienza possa essere per i ragazzi una palestra di educazione civica applicata: “Ritengo che il consiglio comunale dei ragazzi possa essere uno strumento di promozione della cittadinanza attiva nelle giovani generazioni, una vera palestra di educazione civica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.