Per Verallia un bilancio da 37 milioni di euro di investimenti - IVG.it
Vetro sempre più sano

Per Verallia un bilancio da 37 milioni di euro di investimenti

Tra le principali voci di spesa quella legata al miglioramento delle prestazioni ambientali

verallia stabilimento dego

Carcare-Dego. Verallia, gruppo industriale leader mondiale negli imballaggi in vetro cavo per l’industria alimentare, che ha due stabilimenti in Valbormida, ha reso disponibile in questi giorni il report 2016 sulla responsabilità sociale d’impresa. Nel corso del 2016 Verallia ha saputo consolidare la sua posizione di produttore leader (numero 1 in Europa, secondo in America Latina, 33 siti produttivi dislocati in 13 Paesi, 16 miliardi di contenitori prodotti tra bottiglie e vasetti, 1.500 nuove referenze, oltre 10 mila clienti nel food & beverage) affinando ulteriormente la qualità, i contenuti d’innovazione e il valore aggiunto di prodotti e servizi. L’azienda ha saputo anche distinguersi come esempio di economia circolare, ottenendo riduzioni tangibili in tutti gli indicatori d’impatto ambientale.

“Il report sulla responsabilità sociale d’impresa prodotto dal gruppo rispecchia in grande le dinamiche del nostro impegno come Verallia Italia – commenta Marco Ravasi, amministratore delegato di Verallia Italia – Nel 2016, infatti, abbiamo effettuato investimenti per quasi 37 milioni di euro e un’importante voce di spesa è stata dedicata a progetti per il miglioramento delle prestazioni ambientali dei nostri stabilimenti, implementando tecnologie costruttive, soluzioni ingegneristiche innovative nei forni fusori e interventi di efficientamento energetico. Nell’anno in corso, aggiungo, il gruppo ha incrementato la propria disponibilità finanziaria per implementare la sostenibilità a 360 gradi delle nostre attività, a conferma del fatto che Verallia non solo è saldamente radicata in Italia, ma intende continuare a essere un esempio di innovazione e responsabilità sociale.”           

Come leader mondiale nell’industria dell’imballaggio in vetro per alimenti e bevande, Verallia è consapevole di dover affrontare le principali sfide ambientali del pianeta ed è impegnata in una costante riduzione dell’impatto ambientale delle proprie attività. Per questo Verallia fonda le sue attività su un proprio documento ambientale e sull’adesione a stringenti standard internazionali. Per misurare i progressi compiuti nell’attuazione di tali norme, Verallia ha introdotto indicatori di performance e definito obiettivi ambientali sulla base di tre fattori principali: un benchmark per l’utilizzo del rottame di vetro (target 2015-2020, oltre il 50% di vetro da riciclo impiegato in produzione, percentuale superiore alla media europea); un punto di riferimento per il riciclo del vetro: Verallia dimostra da sempre un grande impegno nella promozione del riciclo del vetro in Italia. Risale infatti al 1994 la fondazione di Ecoglass, una controllata al 100% Verallia che, grazie ai suoi due impianti, recupera e ricicla oltre 600 mila tonnellate di rottame di vetro all’anno; riduzione dei consumi di energia (target 2015-2020 -5%); gestione e ottimizzazione dei consumi idrici (target 2015-2020 -5%); monitoraggio costante delle performance legate alla CSR; riduzione delle emissioni nell’ambiente (fino al 90 per cento negli ultimi dieci anni); creazione di prodotti ad alto valore aggiunto; riduzione e recupero dei rifiuti; cultura della sicurezza; valorizzazione del talento incoraggiando la formazione collaborativa; radicamento sul territorio e coinvolgimento nelle comunità.

 

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.