IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, giovani e imprese: oltre 200 studenti per il progetto di orientamento al lavoro

Il progetto vincitore è dell'Istituto Mazzini di Savona. Il sindaco Caprioglio: "Terziario pilastro della nostra economia"

Savona. Per il quinto anno consecutivo oltre 200 gli studenti degli Istituti Secondari Superiori Tecnico-Commerciali e Turistici della Provincia di Savona, sono presenti questa mattina nella Sala della Sibilla del Priamar a Savona per la conclusione del progetto “Orientamento Al Lavoro – Savon@Ppeal”.

L’evento di oggi chiude la quinta edizione di un percorso informativo ed orientativo durato mesi, grazie alle attività del progetto che la Confcommercio ha avviato lo scorso anno scolastico, con il contributo della Camera di Commercio Riviere di Liguria. Questa edizione del progetto si è arricchita di una nuova componente: un concorso tra le classi di tutti gli Istituti per la progettazione di una nuova impresa.

Dopo i saluti ed il benvenuto del Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, interviene il presidente di Confcommercio Vincenzo Bertino che, parlando anche a nome della Camera di Commercio, sottolinea come il terziario, commercio e turismo, costituisca l’asse portante dell’economia provinciale e possa rappresentare opportunità concrete di lavoro, anche in proprio, purchè affrontato con serietà e preparazione.

Tommaso Tortarolo, presidente dei Giovani Imprenditori, sottolinea come l’apporto delle nuove generazioni all’economia del turismo e del commercio sia fondamentale per affrontare con spirito aperto l’innovazione necessaria ad un mondo in rapidissima trasformazione.

Ad aprire i lavori la responsabile del progetto Annamaria Torterolo, che ha illustrato le modalità del concorso con i ragazzi, veri protagonisti della mattinata, che espongono le loro “idee” d’impresa.

La classe quarta C dell’Istituto Falcone di Loano ha proposto due progetti, “Tragos” un locale che con lo slogan”La classe non è acqua” propone drink con taglieri di salumi e formaggi e “Green’s “ un negozio alimentare che propone un ricco assortimento di prodotti freschi provenienti da agricoltura biologica.

La classe quarta R dell’Istituto Boselli di Savona ha presentato “The Challenger” un pub dove si possono aprire delle sfide culinarie tra “mangiatori seriali”.

L’Istituto Secondario superiore di Cairo propone “Fieuj dève da fè “pub birreria che si ispira al territorio con un locale con prodotti tipici, talenti e specialità della Val Bormida.

La classe quarta A dell’Istituto Migliorini di Finale ha progettato “Jump inside” pub-birreria sul mare che si propone anche di promuovere le nostre spiagge.

L’Istituto Alberghiero di Alassio con “L’isola della birra” presenta un locale molto specializzato con prodotti artigianali.

Infine il progetto risultato vincitore del concorso, “Fuori classe” dell’Istituto Mazzini di Savona, che “per aver presentato un’idea di ristorazione veloce, ben formulata, coerente con il posizionamento scelto e supportata da un business plan ben sviluppato e da un’ottima ricerca di mercato. Il concept è distintivo, soprattutto per la scelta di innovare con tecnologia moderna una tipologia di attività tipica nel nostro paese, anche attraverso l’uso del web per raggiungere e coinvolgere il target” si aggiudica il premio di 500 euro da spendere in libri.

Dalla Confcommercio nazionale il dirigente del Settore Politiche per lo Sviluppo Fabio Fulvio che nei mesi scorsi ha valutato i progetti, è intervenuto stimolando numerose ed interessantissime riflessioni necessarie per chi volesse diventare imprenditore. “Anche questa volta l’obiettivo del progetto, raggiunto in modo condiviso da tutte le parti coinvolte, è stato quello di creare un incontro diretto tra imprese del settore terziario e scuole del territorio savonese, informando gli studenti sulle possibilità che il settore terziario offre in vista della futura scelta lavorativa consentendo un dialogo aperto sul mondo del lavoro” concludono dalla Confcommercio savonese.

orientamento al lavoro

Ecco i saluti del sindaco di Savona Ilaria Caprioglio: “Un saluto e un ringraziamento a voi, che siete stati i pionieri di questo progetto di alternanza scuola-lavoro. Un progetto che, se svolto correttamente, può dare i suoi frutti: avvicinare i ragazzi al mondo del lavoro, alle sue dinamiche, far capire in che direzione va il lavoro nella nostra Città, dove il settore terziario rappresenta un pilastro dell’economia, assieme al comparto portuale”.

“La nostra amministrazione sta puntando molto su tutto ciò che riguarda il turismo e, di conseguenza, commercio e artigianato. Turismo non solo balneare ed estivo, ma anche nuovi tipi, assi strategici quali turismo dello sport: stiamo collaborando da un anno con il Campus per portare a Savona il primo Centro Nazionale degli Sport del Mare, che porterà molto lavoro e notevole visibilità alla Città. Poche settimane fa abbiamo ospitato per la prima volta a Savona i Giochi Europei Paralimpici: questo perché Savona si sta aprendo, nel settore del turismo e dello sport, anche al settore di sport e disabilità. E su questo fronte stiamo collaborando con Costa Crociere per poter mappare il territorio – con l’aiuto dei titolari delle attività – per conoscere gli spazi realmente fruibili da portatori di disabilità. Un altro filone che stiamo aprendo, grazie anche a un bando che abbiamo vinto, è quello del turismo religioso: Savona è la
Città dei Papi, la terza città al mondo per permanenza dei Papi dopo Roma e Avignone, qualcosa di cui dobbiamo andare estremamente orgogliosi”.

E il sindaco aggiunge: “Prosegue la collaborazione con il Campus: i ragazzi ci hanno proposto dei bellissimi progetti, siamo riusciti a trovare un primo finanziamento grazie a un bando dell’Asse 6 e a breve potremo lavorare su un sito web per i cittadini e per i turisti che possa dare informazioni utili su ogni tipo di turismo: balneare, culturale, religioso, sportivo e, ultimo ma non in ordine di importanza, enogastronomico, estremamente importante, che consente di promuovere le eccellenze del territorio”.

“Vi auguro un buon termine di progetto e l’augurio di buona vita è quello di cercare un lavoro che vi piaccia. Oggigiorno si tende a cercare un lavoro dove la realizzazione economica sia al primo posto, mi rendo conto che è importante, ma bisogna fare un lavoro che piaccia, che si sceglie con il cuore. E soprattutto bisogna avere la capacità di essere flessibili: a tutti viene richiesta la flessibilità, la resilienza, la capacità di comprendere talvolta che un percorso che si è iniziato non era il nostro e avere il coraggio di tornare indietro, rimettersi in discussione, a tutte le età. Scegliete con passione, con la testa e con il cuore e ricordate l’impegno, fondamentale. Non è semplice, ma l’importante è avere sempre il traguardo ben presente e cercare di conseguirlo, nel
rispetto degli altri, di chi lavora con voi e di chi magari sarà il vostro avversario: anche questo accade nel terziario ed è corretto così, va avanti chi ha le idee più innovative, chi si applica di più, chi trova l’alchimia difficile di testa e cuore nel fare il lavoro con estrema passione. Buon lavoro e buona vita” conclude il sindaco savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.