Pattinatori savonesi: Chiara Bottinelli e le interviste ai giovani talenti
Pattinaggio

Pattinatori savonesi: Chiara Bottinelli e le interviste ai giovani talenti

I ragazzi e le ragazze dei Pattinatori savonesi: interviste a campioni e azzurri che crescono a Savona, lontano dai riflettori

Savona. Giovani campioni crescono, anche a Savona: il pattinaggio di velocità sotto la Torretta porta azzurri e medaglie, soprattutto nelle categoria giovanili, una crescita forse poco nota, ma di assoluto rilievo nazionale e internazionale. Abbiamo incontrato Chiara Bottinelli, azzurra ai recenti europei portoghesi e i suoi compagni di squadra per raccontare la loro storia.

Chiara Bottinelli è stata argento ai campionati italiani di categoria nella prova a punti, una prestazione che le è valsa la maglia azzurra ai campionati europei. Quella di Chiara è una passione nata dal sangue: “pattinava anche mia madre – racconta – è stata anche ai campionati europei. Mi è sempre piaciuta l’idea di farlo anch’io”. Così la ragazza di Altare, che studia al liceo a Savona, si è lanciata nello sport agonistico sui pattini:  “mi fa stare bene, è un modo per scaricarmi, per liberare le mie emozioni” spiega, quando le si chiede perché ha scelto questo sport e cosa davvero le piaccia del pattinaggio di velocità. L’impegno azzurro è un traguardo, perché “in nazionale ci si sente bene“, racconta con un sorriso, parlando dei suoi desideri e programmi per la prossima stagione: sembra volerci tornare e ne ha sicuramente le qualità.

A Savona si allenano anche Gaia Tedeschi e Giorgia Corsini, che sono di ritorno da un raduno della nazionale: anche la loro voce è un’istantanea dell’impegno dei pattinatori savonesi e dei loro atleti. “Mi piace questo sport perché mi piace la competizione”, spiega Giorgia in una pausa dell’allenamento al campo Bacigalupo, una ragazza determinata: “l’obiettivo è sempre vincere: ci provi e se non ci riesci… ci riprovi il prossimo anno”.
Il raduno della nazionale è stato un bel momento – aggiunge Gaia – ci siamo messe a confronto con le altre della nostra categoria”, un’esperienza che alla loro giovane età lascia il segno e rinforza le ambizioni future.

I Pattinatori savonesi hanno esponenti anche in campo maschile; è il caso di Fiorenzo Musso, fratello della sincronette Erika Musso, azzurra delle vasche internazionali. “Ho iniziato con la velocità, da bambino mi piaceva andare veloce sui pattini – racconta Fiorenzo – poi è diventata una sfida con me stesso, andare sempre meglio, una sensazione incrementata dai primi risultati che avevo nelle gare, perché vedevo che andava bene. Così ho iniziato ad allenarmi sempre più seriamente, fino ad adesso, che è agonismo”.

leggi anche
  • Savona al top
    Gruppo pattinatori savonesi: medaglie europee e profumo d’azzurro
    gruppo pattinatori savonesi

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.