IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lo sciopero della logistica e del trasporto merci paralizza Savona. Sindacati: “Attacco ai nostri diritti” fotogallery

Blocco all'ingresso del porto e nelle rotonde di Quiliano e Portovado. Lo sciopero durerà 48 ore

Savona. Anche nel savonese sono decine e decine i lavoratori che hanno aderito allo sciopero di 48 ore del settore della logistica indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti. La protesta sta creando inevitabili disagi alla circolazione e alla viabilità: ingresso del porto bloccato fino alle ore 18:00 di oggi, con inevitabili ripercussioni su Corso Mazzini, via Gramsci e la zona della Torrenta; bloccata ad intervalli di due minuti le rotonde di Quiliano, all’altezza della Conad, e all’interno dell’area portuale di Portovado, con la protesta che andrà avanti fino alle ore 12:00 e riprenderà domani mattina.

Le ricadute sui cittadini di questa astensione dal lavoro saranno, quindi, particolarmente concrete visto che lo sciopero rimane a ridosso di una giornata festiva. Ma la decisione di scioperare sembra essere l’unica arma in mano ai lavoratori per spiegare l’importanza di un comparto strategico come quello della logistica.

Le richieste dei sindacati sono contenute in una piattaforma che riguarda, tra l’altro, il contratto unico di settore. Le risposte da parte datoriale, però, sono state ritenute “irricevibili” dai sindacati che, per questo, hanno deciso di scioperare. “E’ una protesta molto sentita dai lavoratori visto che siamo davanti ad un chiaro attacco del contratto collettivo nazionale. Vogliono togliere dei diritti che i lavoratori fino ad oggi hanno ottenuto come la quattordicesima e dei giorni di ferie. C’è un attacco sconsiderato da parte delle controparti e noi lotteremo fino all’ultimo perché questo non possa avvenire” afferma Franco Paparusso della Uil.

Sciopero camion

“La riduzione del trasporto su gomma può avvenire solamente se si fanno le infrastrutture ferroviarie che da tempo il sindacato chiede, ma se non si fanno investimenti in questo senso l’unico mezzo per poter andare sono i camion. La protesta di oggi riguarda tutte le categorie di autotrasporto: portuali, merci, corrieri e tutte le azienda che hanno il contratto del trasporto merci e logistica”.

“Speriamo con questa manifestazione di ottenere che le controparti si fermino e si possa ragionare su un contratto nazionale che abbia un senso” conclude l’esponente sindacale.

Ecco la diretta Facebook di IVG.it:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.