7 ottobre

“Invito a Palazzo”, a Savona Carige apre le porte per mostrare le opere di Eso Peluzzi fotogallery

Il pubblico potrà ammirare i quadri nella sede di corso Italia, ma anche gli affreschi della sala consiliare del Comune e la Raccolta Peluzziana del Museo del Santuario

Savona. Il 7 ottobre Carige parteciperà alla XVI edizione di “Invito a Palazzo”, la manifestazione organizzata a livello nazionale dall’Associazione Bancaria Italiana allo scopo di rendere fruibile al pubblico il prezioso patrimonio artistico delle banche italiane. Anche quest’anno il Gruppo aprirà le porte di numerose sedi storiche dislocate in tutta Italia, tra cui a Savona la storica sede dell’Area Ponente in corso Italia. Oltre a questa, a Genova sarà visitabile la Sede Centrale; a Palermo, il Palazzo del Monte di Pietà, Sede dell’Area Sicilia; a Milano, la Sede di Banca Cesare Ponti di Piazza Duomo.

A Savona Carige offrirà al pubblico l’opportunità di visitare la mostra “Un territorio e la sua storia: Savona e le Langhe nella poetica di Eso Peluzzi” in cui verranno esposte diverse opere del pittore Eso Peluzzi, cittadino savonese onorario. La curatrice della mostra, Silvia Bottaro, critica d’arte e presidente dall’Associazione Culturale Aiolfi, ha selezionato tra le opere di Eso Peluzzi appartenenti alla collezione della banca, quelle che rappresentano meglio l’intensità del messaggio peluzziano.

La sede savonese di Banca Carige custodisce numerosi capolavori dell’arte pittorica e ceramica, non solo locale. La collezione annovera opere di Aldo Mondino, Lucio Fontana, Enrico Baj, Emilio Scanavino, Renata Cuneo, Emanuele Rambaldi, Mario Berrino, Michele Cascella e molti altri. Spesso alcune opere sono già visibili nelle vetrine di corso Italia; con le proprie manifestazioni culturali Banca Carige intende promuovere ulteriormente la conoscenza di questo patrimonio, rendendolo fruibile, periodicamente, al pubblico con esposizioni e mostre.

L’iniziativa mette in luce la straordinaria presenza del Peluzzi a Savona e, quindi, il suo attaccamento a questa città dove ha abitato per decenni (al Santuario di Savona), lavorando nello studio attiguo alla sede in palazzo Pozzobonelli della civica Pinacoteca di cui ha fatto parte, per un po’ di tempo, anche come membro della commissione consiliare che se ne occupava.

eso peluzzi banca carige

Il 7 ottobre 2017, quindi, sia la Quadreria della ex Carisa, ora Carige, sarà visitabile, insieme al ciclo epico degli affreschi nella sala consiliare del Comune di Savona (appuntamento affidato al vice presidente dell’Associazione “Aiolfi” Dr. Mario Accatino), nonchè il Museo Peluzzi al Santuario di Savona, gestito dalle Opere Sociali di Savona.

Da segnalare in particolare che l’edizione 2017 di “Invito a Palazzo” offre l’opportunità di ammirare due rari affreschi del 1934, dal titolo “Il Seminatore” e “la Minestra dei poveri”, strappati dalla loro locazione originaria (la sede della Cassa di Risparmio di Savona sita in allora in corso Principe Amedeo) e trasportati nell’attuale sede di Corso Italia.

“Il territorio è il protagonista indiscusso di questa rassegna peluzziana – commenta la curatrice Silvia Bottaro – Non solo quello così amato del Santuario di Savona ma pure le Langhe, Montechiaro d’Acqui, Pareto che per L’artista diventano passione, soffio vitale, rifugi segreti dove lavorare. Eso Peluzzi è un pittore che, con estrema tenerezza, ma decisione, ha saputo sviscerare la poesia che si annida nel quotidiano e nei gesti semplici dell’uomo portandoci a riconoscere quei valori sottesi al vivere di tutti”. Visite gratuite dalle ore 10 alle ore 19 con orario continuato, ultimo ingresso alle ore 18,30.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.