IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, Francesco Legario nuovo amministratore unico del parco tecnologico Val Bormida srl

Un incarico importante per il legale militante del Carroccio ligure, noto anche per il suo passo indietro alle amministrative cairesi di giugno

Cairo Montenotte. Venerdì il vecchio cda del Parco Tecnologico Val Bormida S.r.l. ha deliberato di nominare amministratore unico della stessa società l’avvocato Francesco Legario. A pochi mesi dalle amministrative cairesi, per le quali si era candidato a sindaco ma aveva poi ceduto il passo a Roberto Speranza (che a sua volta era indietreggiato in favore di Paolo Lambertini), Legario è stato ‘investito’ dalla Regione Liguria e dovrà ora calarsi nel nuovo ruolo.

Il Parco Tecnologico Val Bormida S.r.l. nasce nel 2009 in virtù delle intese stabilite nell’accordo di programma per l’attuazione degli interventi di rilancio per lo sviluppo della Valle Bormida siglato dal Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Liguria, Provincia di Savona, Comune di Cairo Montenotte, Ferrania Technologies S.p.A. La società, in house di Regione Liguria tramite F.I.L.S.E. S.p.A., opera nei settori delle energie rinnovabili, del risparmio e dell’efficienza energetica, della chimica e dell’ambiente in generale.

Ha la ‘mission’ societaria di sviluppare la domanda di innovazione dei sistemi locali di impresa attraverso la promozione e il sostegno alla nascita e allo sviluppo di nuove imprese innovative, l’attrazione di imprese innovative esistenti ed il supporto ai processi di ricerca e sviluppo delle aziende e del territorio di riferimento nel suo complesso. Anche attraverso la gestione di un’ampia dotazione immobiliare, persegue, altresì lo scopo di fornire, anche su incarico di Regione Liguria, servizi ai soggetti pubblici e privati che direttamente o indirettamente contribuiscono allo sviluppo delle attività economiche nel territorio regionale nonché quello di contribuire a sviluppare la competitività delle imprese attraverso l’azione di supporto all’innovazione, la realizzazione e gestione di attività di ricerca applicata focalizzate su specifiche tematiche di interesse del mondo imprenditoriale, nonché l’implementazione di una rete integrata di servizi avanzati a favore delle imprese, stipulando accordi con centri di competenza di riferimento quali Università ed enti di ricerca pubblici e privati.

La scelta del noto legale carcarese, già assessore in Comune a Carcare ed in Comunità montana e con un passato da assistente giuridico/legislativo in Regione, che non nasconde uno stretto legame con i vertici regionali della Lega Nord di cui è da lungo tempo militante, nasce dalla voglia di trovare un soggetto che riesca a coordinare il Parco Tecnologico, Regione ed enti locali, con in testa il Comune di Cairo Montenotte.

Spiega Legario: “Ringrazio la Regione e F.I.L.S.E. nella persona del presidente Ballerini, per aver creduto in me, so che la sfida che mi attende non è facile, la società – che ha quattro dipendenti ndr – ha alcuni problemi di liquidità immediata che stiamo già risolvendo ma, in ogni caso è ben solida dal punto di vista patrimoniale e delle idee. Sto, in questi giorni, prendendo coscienza piena della situazione ma posso già dire che esiste una serie di accordi già intercorsi con diversi gruppi imprenditoriali e con lo stesso Comune di Cairo che oltre a consentire un’iniezione di liquidità garantiscono ottime speranze per il futuro. Cercherò di implementare al meglio, anche attraverso la creazione di un tavolo permanente con Comune e Regione (F.I.L.S.E.), coinvolgendo anche Ferrania Technologies, partecipante necessario e con il quale i rapporti sono costanti e dipendenti così come dalle convenzioni sottoscritte, l’Università, che in passato ha collaborato strettamente con la società, al fine di presentare un ‘prodotto’ appetibile per gli imprenditori che vorranno insediarsi sulla scorta di quanto già avvenuto con la recente inaugurazione dell’unità produttiva di FilmFerrania”.

“Il Parco Tecnologico, fino ad oggi è stato egregiamente gestito da un cda di cui era presidente Roberta Casapietra, che ringrazio, anche per l’assistenza che mi sta dando in questi giorni e della quale cercherò di emulare gli ottimi risultati ottenuti. E’ certo che le opportunità per il Parco Tecnologico e la Valle Bormida sono, in questo momento, molte, soprattutto grazie all’assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, con cui mi sentirò costantemente, che oltre all’importante punto segnato con l’avvio dell’area di crisi complessa pubblicherà, a breve, due fondamentali bandi che sono certo rappresenteranno un’ulteriore chance per le attività produttive, nuove e vecchie, dell’area gestita dal Parco Tecnologico”. Oltre a Legario, si è proceduto a nominare sindaco unico e revisore dei conti Elena Bergero, dello studio di Piero Bonino di Savona”, conclude Legario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.