Scorcio da favola

Bergeggi e quell’immagine da cartolina: l’isola e un veliero che si staglia sull’orizzonte

In molti hanno notato l'insolita presenza: si tratta di Nave Italia, il brigantino gestito da una Onlus della Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano

nave italia

Bergeggi. La presenza di un veliero ancorato accanto all’isolotto di Bergeggi, questa mattina, ha regalato uno scorcio da cartolina a chi stava passando sull’Aurelia. Era quasi impossibile infatti non notare l’imbarcazione a due alberi che si stagliava contro l’orizzonte.

Per chi si fosse chiesto di che barca si tratti, ecco svelato il mistero: quella ancorata vicino all’isola di Bergeggi è “Nave Italia”, un brigantino armato a goletta di 61 metri, costruito nei cantieri navali Wiswa di Danzica nel 1993 per una compagnia olandese con il nome di “Swan fan Makkum”, e dal 19 marzo 2007 di proprietà della Fondazione Tender to Nave Italia, una Onlus costituita dalla Marina Militare Italiana e dallo Yacht Club Italiano.

nave italia

La nave è iscritta nei ruoli del naviglio militare italiano e gestita in compartecipazione tra i due soci della fondazione che la mette a disposizione di enti non profit e istituzioni. Nave Italia con i suoi 61 metri di lunghezza e i suoi 1300 metri quadri di superficie velica è attualmente il più grande al mondo. Può alloggiare fino a 24 ospiti oltre l’equipaggio e, da dieci anni, sul veliero si realizzano progetti di ricerca, educazione, formazione e terapia.

Al momento, infatti, Nave Italia (che è salpata ieri da Genova dove rientrerà il 21 ottobre) ospita un gruppo della Fondazione Genitori per l’autismo di Pavia.

Più informazioni
leggi anche
scogliera isola bergeggi
Un sogno che si avvera
L’Isola di Bergeggi torna al Comune per 20 anni. Il sindaco: “Presto sarà visitabile”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.