L'indiscrezione

Alassio, la voce: “Niente bis per Canepa, Forza Italia gli offre un posto in Filse”

Tra conferme e smentite, il clima elettorale nell’alassino è già rovente

comune alassio

Alassio. Una voce, un “semplice” sussurro che, però, fa molto rumore. Si tratta dell’ennesima indiscrezione sulla politica alassina, relativa alle elezioni comunali che avverranno il prossimo anno e, più nello specifico, al dualismo Canepa-Melgrati, che si arricchisce di un nuovo, seppur al momento “solo presunto”, colpo di scena.

Pare, infatti, che lo stato maggiore di Forza Italia, composto dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, da Angelo Vaccarezza, Marco Scajola e Santiago Vacca, fallito il tentativo di convincere Marco Melgrati ad occupare il posto di amministratore delegato di Arte Savona, abbia spostato il tiro sull’attuale sindaco Enzo Canepa per far sì che rinunci alla sua ricandidatura, evitando la spaccatura del centrodestra alassino in due liste.

Come? Offrendogli in cambio un posto di prestigio all’interno di Filse, la società degli investimenti liguri controllata dalla Regione. Un’ipotesi smentita seccamente, però, dal diretto interessato che, comunque, per legge non potrebbe ricoprire alcun incarico pubblico per due anni e mezzo.

“Assolutamente no. Non c’è alcunché di vero in queste voci, del tutto inventate e prive di fondamento”, si è limitato a dichiarare Canepa, confermando così ancora una volta quanto dichiarato lo scorso maggio, quando annunciò pubblicamente di volersi ricandidare.

Le indiscrezioni che si rincorrono tra le stanze della Regione e quelle del palazzo civico alassino non hanno risparmiato nemmeno Domenico Giraldi, presidente di Gesco, che, da sempre vicino a Canepa, parrebbe aver deciso di rinunciare alla propria posizione per passare dalla parte di Melgrati. Dal canto suo, Giraldi non si è limitato a smentire solo le voci, ma ha anche garantito piena fiducia e appoggio all’attuale primo cittadino.

“Il sindaco è e resta Enzo Canepa, – ha dichiarato Giraldi. – Io collaboro pienamente con lui e con tutta l’amministrazione, verso cui nutro massima fiducia e stima. Ho collaborato fino ad oggi, continuerò a farlo fino a fine mandato e spero anche dopo. La mia speranza, infatti, è che Canepa si ricandidi e venga rieletto nuovamente sindaco di Alassio”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.