IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zuccarello, Pastorino (RaS) sostiene la manifestazione pro rifugiati: “Confronto culturale e buoni processi di accoglienza”

“Il centrodestra rinuncia a qualsiasi confronto"

Regione. Il consigliere regionale di Rete a Sinistra/Liberamente Liguria Gianni Pastorino sostiene la manifestazione “Un pomeriggio di solidarietà e umanità”, promossa da “Progetto Altra Zuccarello” per sabato 9 settembre con la partecipazione di Arci Liguria, Arci Savona e “Casa dei circoli delle culture e dei popoli” di Ceriale.

La manifestazione, in programma dalle 14.30 alle 17.30 in piazza dell’Oratorio a Zuccarello, rappresenterà un’occasione di incontro fra la popolazione e profughi, migranti, rifugiati. La volontà è che sia la prima di una serie di iniziative che coinvolgano tutta la provincia.

Una festa, anzitutto, con musica e momenti di socializzazione. L’intento degli organizzatori è dare una risposta forte e pacifica a chi, anche dentro le istituzioni, fomenta l’intolleranza e promuove forme di chiusura: “Come l’assessore regionale all’agricoltura che, invece di preoccuparsi di come proceda l’erogazione del Psr, trova il tempo per fare le ben note esternazioni dei giorni scorsi. Come già successo in altre occasioni, secondo Toti nessuno di questi personaggi può essere tacciato di razzismo e tutte e espressioni usate vengono liquidate come gergali, quindi giustificate perché non offensive – dichiara Pastorino – La verità è che c’è una parte della politica regionale che ben dimentica cosa siano stati i processi emigratori del nostro Paese e le difficoltà incontrate dai nostri concittadini espatriati”.

“Il centrodestra decide di rinunciare a qualsiasi tipo di confronto, prima chiudendo le porte a chi fugge da guerre, desertificazione e fame; poi alimentando la confusione tra queste situazioni e l’attitudine a delinquere di alcuni soggetti. Buoni processi di accoglienza, integrazione, un continuo confronto culturale: questo servirebbe per limitare i fenomeni criminali, impegnare i profughi in progetti reali e alimentare il diffondersi di una conoscenza di cui anche la nostra regione ha assoluto bisogno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.