IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vertenza Ata, Cgil e Uil proclamano lo sciopero: la Cisl si dissocia foto

Braccia incrociate di tutti i lavoratori in provincia di Savona per la giornata del 9 ottobre

Savona. Sciopero di tutti i lavoratori Ata in provincia di Savona per il prossimo 9 ottobre. Lo hanno proclamato oggi da Fp Cgil e Uiltrasporti dopo l’incontro in Prefettura sulla vertenza della società partecipata savonese.

“La riunione non ha portato alcuna risposta o soluzione. Permane, dopo mesi e mesi e non si sa fino a quando, la totale assenza di un piano industriale o benché minimo progetto” dicono le organizzazioni sindacali Fp Cgil e Uiltrasporti, che hanno indetto la protesta alla quale si è invece dissociata la Fit Cisl.

“Il Comune di Savona, pur presente al tavolo, non ha chiarito e/o smentito possibili progetti di privatizzazione dell’area crematoria riportati recentemente sugli organi di informazione. Dunque, come si diceva, nessuna risposta. Viceversa un’ulteriore pesantissima tegola rischia di abbattersi sui lavoratori di Ata SpA: dopo le criticità nell’organizzazione e nelle condizioni lavorative, le carenze negli organici mai risolte, il mancato pagamento del premio di risultato, oggi l’azienda ha dichiarato di non essere in grado di garantire il rinnovo del contatto ai più di trenta lavoratori (contratti a tempo determinato da anni ed in larga parte divenuti strutturali, inseriti a tutti gli effetti nell’organizzazione aziendale) in scadenza a fine mese” aggiungono ancora i due sindacati di categoria.

“In Ata SpA, dunque, rischia di aprirsi anche una questione occupazionale anch’essa in contrasto con i contenuti dell’accordo siglatolo scorso 8 maggio finalizzato soprattutto a garantire i livelli occupazionali…Però si continua a richiamare il sindacato ed i lavoratori alla responsabilità ed alla collaborazione senza chiarire concretamente, da lungo tempo, dove realmente si vuole andare”.

Le segreterie Fp Cgil e Uiltrasporti di Savona stanno inviando le lettere formali di proclamazione dello sciopero dei lavoratori di Ata SPA in tutta la provincia di Savona per l’intero turno lavorativo del prossimo 9 ottobre.

Infine una risposta anche alle dichiarazioni con cui la Fit Cisl ha motivato la propria “non adesione” all’attuale vertenza. “Crediamo, nel rispetto di tutte le legittime opinioni, sia sbagliato tentare di portare il discorso dalle questioni di merito ad altre di genere diverso, che nulla c’entrano con Ata SpA e che sembrano buttate lì tanto per spostare l’attenzione. Compito primario del sindacato è quello di cercare di rimanere sul merito: partendo da qui ogni opinione anche diversa è legittima, naturalmente nel rispetto delle opinioni altrui. In questo senso sorprende la posizione della Fit Cisl, che almeno a Savona avevamo sempre conosciuto come organizzazione che cerca di stare sempre “sul pezzo”, forse assunta perché non si vuole (per motivi che non conosciamo e non comprendiamo) agire in modo netto verso azienda e proprietà rispetto ad un quadro che è sotto gli occhi di tutti”.

“Forse, più semplicemente, si ricorre a tali dichiarazioni per la grande difficoltà nel dover spiegare agli iscritti e, più in generale, ai lavoratori la propria posizione: in questo caso, a maggior ragione dopo le dichiarazioni rese oggi dall’azienda sui possibili mancati rinnovi dei contratti a tempo determinato, temiamo che per Fit Cisl rischi di essere ancora più difficile” concludono Fp Cgil e Uiltrasporti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.