Unitalsi, oltre 50 pellegrini dalla Liguria a Lourdes con la Madonna delle Lacrime - IVG.it
Fede e devozione

Unitalsi, oltre 50 pellegrini dalla Liguria a Lourdes con la Madonna delle Lacrime

8 treni, 11 aerei e numerosi pullman per il viaggio dal 26 al 30 settembre

Madonna delle Lacrime

Liguria. Saranno oltre 50 i pellegrini della sezione della Liguria dell’UNITALSI che prenderanno parte al pellegrinaggio nazionale a Lourdes che si svolgerà dal 26 al 30 settembre. Quest’anno l’importante appuntamento per la famiglia unitalsiana raddoppierà: per settembre, infatti, sono previste due date. Alcune sezioni parteciperanno al viaggio dal 21 al 25 settembre, le altre dal 26 al 30 settembre. Al momento sono previsti 8 treni e 11 aerei oltre a numerosi pullman.

L’esperienza sarà arricchita dalla presenza straordinaria del reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa. Il reliquiario accompagnerà dal 21 al 30 settembre il cammino dell’associazione. Da filo conduttore farà il tema pastorale 2017 di Lourdes “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente” (Lc. 1, 49) mentre la figura di Santa Bernadette, attraverso la sua testimonianza, aiuterà a renderlo attuale.

Il pellegrinaggio nazionale vivrà momenti di particolare importanza per la crescita umana e spirituale dei partecipanti: l’iniziale incontro di preghiera alla Grotta come atto di totale affidamento alla Vergine Maria, rinnovato da ciascuna sezione dell’Unitalsi in rappresentanza di tutta l’Italia; il Percorso sacramentale per approfondire il dono dei sacramenti; lo speciale appuntamento “Gocce di speranza” dove, grazie a filmati e a testimonianze, si concretizzerà il dialogo tra le esperienze dell’Unitalsi già avviate o da avviare sul territorio nazionale tracciando insieme la strada per il 2018 e il saluto alla Grotta a conclusione del pellegrinaggio, come preghiera di ringraziamento per le giornate vissute a Lourdes.

“È emozionante poter partecipare al pellegrinaggio nazionale che ha come stella polare la Vergine Maria – dichiara monsignor Luigi Bressan, assistente nazionale UNITALSI – Sono sempre ritornato da Lourdes con un senso di spiritualità accresciuta, più disposto agli impegni quotidiani e sono certo che, anche questa volta, il cammino che vivremo sarà intenso immersi in un’esperienza spiritualmente e umanamente arricchente. Condividerò, per dieci giorni, questo importante momento con un popolo generoso come quello unitalsiano, che ispira speranza e coraggio”.

“È con senso di gratitudine e devozione profonda che ci apprestiamo a vivere questo importante doppio appuntamento a Lourdes – commenta il presidente nazionale dell’UNITALSI Antonio Diella – Chiediamo alla Madonna che ci aiuti ad essere, con il nostro servizio e come lei stessa ci ha insegnato nel messaggio di Siracusa, difensori dei valori cristiani, guida, incoraggiamento e consolazione di chi a noi si affida”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.