IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Stupratori Rimini a casa Boldrini”, l’Anci prende le distanze da Camiciottoli: “Affermazioni fuori luogo”

Bufera sulle dichiarazioni shock del sindaco di Pontinvrea

Liguria. E’ bufera politica sul sindaco di Pontinvrea e coordinatore dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni Matteo Camiciottoli che in un post su Facebook ha proposto di dare al branco dello stupro di Rimini gli arresti domiciliari “a casa della Boldrini”.

Dichiarazioni shock che hanno scatenato la bagarre politica, con dure reazioni da parte del Pd e di altri partiti, una provocazione che in molti hanno letto come un implicito augurio alla presidente della Camera di essere stuprata a sua volta.

Il sindaco, che ha già cancellato il post, ha ammesso di aver voluto fare una provocazione, magari di cattivo gusto, ma non è voluto tornare indietro rispetto ai concetti espressi in tema di immigrazione.

Oggi anche l’Anci prende le distanze dal sindaco e dal suo rappresentante rispetto alle dichiarazioni del sindaco: “Le improvvide dichiarazioni di Matteo Camiciottoli, pubblicate sul suo profilo Facebook e riguardanti il caso degli stupratori di Rimini, sono state rese a titolo puramente personale e in un contesto che nulla ha a che fare con il ruolo da lui ricoperto nell’Associazione dei Comuni liguri” afferma Anci Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.