Lutto tra gli arbitri savonesi: se ne è andato Giovanni Carzana
Il lutto

Lutto tra gli arbitri savonesi: se ne è andato Giovanni Carzana

Nella notte è mancato uno dei riferimenti degli arbitri savonesi: l'addio a Giovanni Carzana. Il ricordo nelle parole dei colleghi

giovanni carzana lutto arbitri aia savona

Savona. È deceduto questa notte l’osservatore arbitrale Giovanni Carzana, della sezione Aia di Savona. Lo ha reso noto la stessa sezione, che ha manifestato la vicinanza ai familiari e agli amici. Il funerale si svolgerà venerdì 8 settembre alle ore 15.30 presso il cimitero di Zinola.

La carriera di Carzana tra gli arbitri è stata lunga e proficua: entrato in associazione il 25 febbraio 1978, era diventato commissario speciale, poi osservatore, dal 1 luglio 1989. “Osservatore di lunghissima esperienza,  nonostante i problemi di salute degli ultimi anni, ha continuato l’attività tecnica per dare il proprio contributo alla sezione e alla crescita delle giovani leve – commenta Fabio Muratore, presidente degli arbitri savonesi – Ha sempre partecipato alla vita associativa e alle riunioni tecniche. Apparentemente taciturno, sapeva ben valutare le prestazioni arbitrali: le sue relazioni da osservatore erano molto piacevoli da leggere e utili per l’organo tecnico, permettendo di vedere la gara anche se non si era al campo. Una persona speciale, un vero arbitro“.

La vicinanza a Giovanni Carzana giunge anche dai colleghi: “Mi è venuto a vedere due  volte e mi ha sempre dato consigli utili per migliorare le mie capacità e per godersi al meglio questa passione”, dichiara Stefano Falamischia, ventenne arbitro savonese. Lo ricorda anche Luca Gaggero, vice responsabile del Settore tecnico nazionale e associato savonese: “Fa riflettere come Giovanni, malato e sapendo di esserlo, abbia sempre fatto di tutto per svolgere l’attività di osservatore, anche facendosi accompagnare al campo dalla figlia. Non ultima, aver cercato di venire al raduno sezionale. Un esempio per tutti”. Ma, come dice Paolo Pittaluga, osservatore e giornalista di Avvenire, Carzana lo si ricorda indelebilmente “per il suo dolce sorriso, la gentilezza e la signorilità”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.