Colti sul fatto

Furto ai bagni Capotorre di Celle: patteggiano

In manette erano finiti tre giovani che avevano cercato di rubare anche in altri due stabilimenti balneari di Albisola Superiore

tribunale Savona

Celle Ligure. Un anno e due mesi di reclusione e 270 euro di multa con la sospensione condizionale. E’ la pena patteggiata questa mattina dai tre ventenni arrestati nella notte tra il 23 ed il 24 settembre con l’accusa di aver tentato due furti in altrettanti stabilimenti balneari (i Bagni Pino e L’ultima spiaggia di Albisola Superiore) e di averne messo a segno un terzo (ai bagni Capotorre di Celle Ligure).

Nei guai erano finiti Ayoub Basri, 22 anni, di nazionalità marocchina, Jalal Natiji, di 18, anche lui marocchino, entrambi residenti a Cengio, e Ahmed Kallel, di 20, algerino (l’unico senza fissa dimora). I tre erano stati sorpresi da una pattuglia dei carabinieri della stazione di Albisola mentre avevano appena rubato all’interno dello stabilimento Capotorre da dove avevano portato via un pc, un caricabatterie, due bottiglie di liquore e circa 38 euro in contanti.

A mettere in guardia i militari (che come ogni nei fine settimana erano impegnati in specifici servizi a largo raggio nella prevenzione dei furti) era stata la reazione sospetta dei tre giovani che, alla vista della macchina, avevano cercato di nascondere qualcosa sotto i loro vestiti. Gli uomini dell’Arma li avevano quindi fermati e controllati ed era saltata la refurtiva.

Da successivi accertamenti era emerso appunto che i tre avevano cercato di rubare anche negli altri due stabilimenti balneari senza riuscirci (in un caso perché disturbati dalla presenza di una persona, nell’altro perchè era scattato l’allarme).

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.