Declino del futsal

Crisi nel calcio a cinque: la Priamar rinuncia al campionato

Notizia data in serata sulla pagina Facebook della società: la Priamar non sarà alla partenza della nuova stagione sportiva

priamar futsal

Savona. La Priamar rinuncia a disputare il campionato regionale di calcio a cinque: i rossoblù savonesi, con base a Quiliano, non saranno al via della stagione 2017/2018, lasciando così il posto occupato da ben sedici anni. Savona e provincia perdono così una protagonista importante e dal nome storico nel panorama sportivo locale.

La società ha reso nota la sua decisione affidandosi a un post sulla propria pagina Facebook: “A malincuore comunichiamo che per la stagione 2016/17 la Priamar Liguria Futsal non s’iscriverà al campionato regionale di calcio a 5. Purtroppo dopo 16 anni di onorata carriera è arrivato il momento di fermarsi, sperando che questo sia solo un arrivederci“. Ci sono i toni del dispiacere e della sconfitta in queste parole, ma rendono chiara anche una crisi sistematica del movimento del calcio a cinque ligure.

Se la stagione scorsa era stata davvero da dimenticare per la Priamar – che solo un paio di anni fa si giocava la promozione allo spareggio con Città Giardino – lo stesso si può dire del calcio a cinque ligure in generale: il doppio girone di Serie D e il campionato regionale di Serie C appaiono oggi un lontano ricordo, così come i complessi incastri del calendario per consentire di disputare regolarmente i campionati, compressi dalle troppe società iscritte. Lo scorso anno si disputò la sola Serie C, con doppio girone e playoff incrociati; quest’anno i segnali vanno nella stessa direzione.

I numeri in Liguria sono risicati. Non aiutano le spese: disputare i campionati regionali significa trovare soldi e sponsor per le trasferte, spesso impegnative, convincere i giocatori, almeno rimborsarli. Fanno più gola le manifestazioni locali di calcio a cinque e calcio a sette, anche non sotto l’egida della Figc: più gestibili, più semplici, più immediate. Meno durature e meno dispendiose.

Il tema porta quindi a una riflessione generale del movimento, che ha senza dubbio bisogno di un rilancio. Per il bene del calcio provinciale, l’augurio è che la Priamar torni già il prossimo anno a calcare i campi sintetici del futsal ligure.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.