Ceriale, opere pubbliche al centro del Consiglio comunale. Giordano: "Troppi errori, servirà rimediare" - IVG.it
Bilancio negativo

Ceriale, opere pubbliche al centro del Consiglio comunale. Giordano: “Troppi errori, servirà rimediare”

L'esponente della minoranza cerialese torna all'attacco nella seduta di ieri sera

comune municipio ceriale

Ceriale. Lavori pubblici e opere in corso al centro del Consiglio comunale di Ceriale che si è svolto ieri sera. Tra i punti all’ordine del giorno le interrogazioni del consigliere Luigi Giordano, con l’invito a fare i marciapiedi nei punti più pericolosi del paese, cioè via Magnone, via Romana, e via Muragne.

“Si è molto discusso delle verifiche delle linee programmatiche relative ai progetti fatti e da fare per l’amministrazione. A breve sarà tracciato il marciapiede dalla via Aurelia a via Pineo e sarà realizzato a scomputo degli oneri del supermercato Lidl che presto si ingrandirà, mio malgrado, facendo soffrire ancor di più il nostro centro storico e tutta la parte centrale del paese. Degli utili di questi supermercati a Ceriale rimangono le briciole sotto forma di forza lavoro a tempo determinato, la vera ricchezza viene trasferita alle banche, e i lavori di manutenzione dello stabile vengono fatti da ditte esterne al nostro territorio, la ricaduta in termine di ricchezza è quasi pari allo zero” afferma il consigliere comunale di minoranza Luigi Giordano.

“Ci rimarrà un marciapiede, per giunta senza collegamento alla pista ciclabile, già esistente per il breve tratto di Aurelia con l’angolo di via Muragne. Quindi, un marciapiede privo di pista ciclabile, un’occasione persa. Come si è fumata negli anni la possibilità di fare i marciapiedi nel tratto pericolosissimo di via Romana, e di via Magnone. Abbiamo perso gli anni dove non esisteva il patto di stabilità e i risparmi dei cittadini nelle casse del comune potevano essere impiegati per opere sulla sicurezza stradale, e non solo, invece i nostri vecchi amministratori erano concentrati su altri obiettivi” aggiunge l’esponente dell’opposizione cerialse.

E Giordano sottolinea: “Invece, l’attuale giunta ha concentrato i suoi deboli sforzi per altre opere che io personalmente non condivido. Vendere una farmacia e chiudere il sottopasso di via Fontana per me sono stati due grandi errori che hanno portato a peggiorare tutto il nostro centro storico”.

“Penso che la prossima amministrazione debba rimediare a questi errori, e considerare l’attuale gioiello che abbiamo in via Roma, cioè le ex scuole elementari, dove l’attuale amministrazione vuole portare i volumi di palazzo Pesce, costruendo (spero di no) un edificio dall’altezza del palazzo della banca, privando quell’area di luce e verde; l’unica area adiacente al centro che invece deve essere valorizzata creando una sala polivalente e di aggregazione portando nella cornice del centro storico altri servizi di pubblica utilità” conclude Giordano.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.