Durante controlli

Celle Ligure, rubano in uno stabilimento balneare ma vengono sorpresi dai carabinieri: arrestati

I tre avevano cercato di rubare anche in altri due stabilimenti balneari di Albisola Superiore

Carabinieri notte

Celle Ligure. Erano riusciti ad entrare all’interno dello stabilimento balneare “Bagni Capo Torre” in località Capotorre a Celle Ligure per fare razzia di tutto quello che riuscivano a trovare, ma sono incappati in una pattuglia dei carabinieri di Albisola.

In manette con l’accusa di furto aggravato in concorso sono finiti il 19enne N.J. e B.A., entrambi marocchini residenti a Cengio, e K.A., algerino in Italia senza fissa dimora.

A mettere in guardia i militari (che come ogni nei fine settimana erano impegnati in specifici servizi a largo raggio nella prevenzione dei furti) è stata una reazione sospetta dei tre giovani, che alla vista della macchina hanno cercato di nascondere qualcosa sotto i loro vestiti. Gli uomini dell’Arma hanno quindi fermato e controllato i tre giovani stranieri vicino allo stabilimento, rinvenendo loro addosso la merce rubata: un personal computer, 100 euro in contanti e alcune bottiglie di alcolici.

Da successivi accertamenti è risultato che i tre arrestati avevano cercato di rubare anche in altri due stabilimenti balneari di Albisola Superiore, cioè i “Bagni ultima spiaggia” e i “Bagni Pino”, senza riuscirvi.

La refurtiva è stata riconsegnata al titolare della struttura, mentre i tre maghrebini sono finiti in manette e attualmente sono rinchiusi nelle camere di sicurezza della caserma di Savona e di Cairo Montenotte, in attesa di essere portati in tribunale nella mattinata di domani.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.