IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Ghersi, l’allarme degli antifascisti: “Alla cerimonia ci saranno anche i camerati” fotogallery

In un comunicato stampa il Coordinamento sottolinea l'annunciata presenza alla cerimonia di domani di esponenti di Forza Nuova

Noli. “Non vogliamo spendere ulteriori parole in merito alle motivazioni revisionistiche e fasciste che vi sono dietro la cerimonia di sabato 30 settembre a Noli. E nemmeno vogliamo citare in questo momento tutte le menzogne che sono state dette nelle ultime settimane e che sono già state smascherate in toto dal brillante documento di Wu Ming. Però è doveroso sottolineare ancora una volta che il 30 settembre a Noli ci saranno anche i camerati fascisti”.

A 24 ore dalla prevista cerimonia in cui il Comune di Noli intitolerà un cippo alla memoria di Giuseppina Ghersi, la 13enne uccisa al termine della seconda guerra mondiale perchè accusata di essere una spia fascista, le polemiche sull’evento non accennano a placarsi. Nonostante più volte il sindaco Giuseppe Niccoli abbia ribadito la volontà di non conferire alcuna connotazione politica all’iniziativa (“vogliamo solo ricordare una vittima degli adulti e della guerra”), l’appello della sezione savonese di Forza Nuova (che ha invitato i “camerati” a presenziare) ha conferito all’evento un inevitabile taglio revisionista che creando non poche tensioni.

Proprio dall’inevitabile “lettura politica” dell’evento nascono le dichiarazioni del Coordinamento Antifascista Savona, che mette nel mirino proprio la presenza dei sostenitori della destra all’evento di domani: “In primis, non mancherà il consigliere Pollero, la cui appartenenza a Forza Nuova è di pubblico dominio, nonostante il suo assurdo e patetico tentativo di smentita. Basti guardare le foto dell’ultima sgradita visita a Savona nel luglio 2016 da parte di Roberto Fiore : in una immagine Pollero è ritratto al fianco del segretario nazionale del partito neofascista, mentre nella seconda foto è insieme a una decina di camerati forzanovisti, tra i quali il coordinatore regionale ligure Massimo Lionti”.

forza nuova pollero legino

“E probabilmente – proseguono gli antifascisti – sabato a Noli non mancheranno nemmeno quei viscidi camerati che, in merito alla storia di Giuseppina Ghersi, negli ultimi giorni hanno preso di mira un partigiano savonese sui social network, augurandosi addirittura che venga, testuali parole, ‘sciolto nell’acido’. La storia non si cancella, ora e sempre resistenza”.

forza nuova legino

Se alla cerimonia di domani dovessero partecipare entrambe le delegazioni (quella di Forza Nuova e quella del Coordinamento) il rischio è quello di vivere attimi di tensione simili a quanto accaduto proprio nella citata visita di Fiore nel luglio 2016 a cui fanno riferimento le immagini di questo articolo: in quell’occasione il contatto tra i due gruppi fu impedito dall’intervento della polizia di Stato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da briant88

    E’ mortificante che ha così tanti anni di distanza , ci siano ancora gli eredi di quella violenza che si azzuffano per impossessarsi di una vicenda di sangue dove la sola vittima è una ragazzina , vittima due volte , di chi prima ha violentato la sua mente e dopo il suo corpo. Questa vicenda poteva essere una occasione per riflettere in silenzio sulle nostre colpe ,colpe di tutti vincitori e vinti , invece ha dato voce ai rancori che covano nelle menti di chi dalla storia non sa trarre i dovuti insegnamenti