IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio, il Pd insegue il candidato unico per le comunali: ecco i nomi in lizza

Centro sinistra ancora diviso: il nome della Zavaroni non piace a tutti, possibile la candidatura di Schivo

Alassio. La città del Muretto, in preda a forti tensioni e contrasti politici (non da ultimo il caso di Rocco Invernizzi), si appresta a lanciarsi nella lunga e difficile campagna elettorale per le prossime elezioni comunali nella primavera del 2018. E con la ripresa della stagione autunnale fervono i rumors e le indiscrezioni sulle liste e sulle candidature a sindaco: ad oggi, quello che emerge è una massima frammentazione, tanto nel centro destra quanto nel centro sinistra, con il M5S ancora alla finestra per capire una possibile discesa in campo per la conquista del Comune alassino.

Se il centro destra rimane alle prese con la scelta tra la ricandidatura di Enzo Canepa o il “come back” di Marco Melgrati, negli ultimi giorni è soprattutto il centro sinistra ad agitare le acque della politica alassina. Un ruolo di primo piano, in questa tornata elettorale, lo vuole giocare il Pd, al lavoro per creare una compagine unitaria in grado di sconfiggere il centro destra.

Tra i primi nomi sondati dal partito Democratico c’è stato quello di Loretta Zavaroni, ex vice sindaco della giunta Avogadro: tuttavia, la candidatura della pediatra, capace di convogliare sul suo nome molte preferenze, non andrebbe giù alle altre componenti dell’attuale minoranza alassina, in primis “Insieme X” che insiste sulla candidatura di Angelo Galtieri, secondo una linea di continuità. E poi il neonato movimento “Alassio per Noi” che sembra puntare sulla candidatura a sindaco di Aldo Demichelis. Inoltre, stando a quanto trapelato, contrari alla possibile candidatura della Zavaroni sarebbero anche Giancarlo Canavese e il leader di “Sinistra Alassina” Jan Casella: insomma ancora divisioni all’interno di una possibile “Grande Armada” contro il centro destra in visto del voto in primavera.

Il Pd, considerate le difficoltà di arrivare ad un candidato unitario, potrebbe quindi indirizzarsi su una candidatura di bandiera, l’ingegnere Martino Schivo, renziano doc e già in passato candidato dei Dem: quindi, al momento, solo una lista del partito Democratico in risposta ai veti incrociati di possibili alleati? Forse, anche se le trattative sono ancora pienamente aperte e resta forte l’obiettivo politico è quello di creare una coalizione che possa tornare a vincere.

I prossimi mesi saranno sicuramente di grossa effervescenza. Ecco perché il partito Democratico, dopo i nomi di Zavaroni e Schivo, potrebbe lanciare un nuovo possibile candidato unitario.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.