IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Acqua “vietata” a Toirano, attesa per l’esito delle controanalisi

Se l'esito sarà favorevole, l'ordinanza potrebbe essere revocata già domani

Toirano. Potrebbero arrivare già in serata (ma molto più probabilmente domani) gli esiti delle contro-analisi sull’acqua di Toirano, che dalla scorsa settimana risulta non potabile a causa dello sforamento dei limiti massimi di concentrazione di arsenico imposti dalle direttive europee.

Questa mattina gli esperti di Asl hanno effettuato un nuovo campionamento al fine di valutare se, grazie anche alle modeste piogge registrate negli ultimi giorni, la carica di minerale è rientrata al di sotto dei 10 microgrammi previsti dalla normativa: quando il sindaco Gianfranca Lionetti ha emesso l’ordinanza che proibisce il consumo di acqua per “uso umano” nell’acqua erano presenti 15 microgrammi, cioè 5 punti oltre il massimo consentito.

Qualora la situazione dovesse essere rientrata alla normalità, l’amministrazione comunale revocherà l’ordinanza di cui sopra e perciò i cittadini potranno tornare ad utilizzare l’acqua che sgorga dai rubinetti anche per cucinare e potranno nuovamente rifornirsi presso la “casetta dell’acqua” di piazza Carabinieri d’Italia. A seconda di quando arriveranno gli esiti delle contro-analisi, il divieto potrebbe essere revocato domani o mercoledì.

Toirano Lavori Acquedotto Conad

Per far fronte all’emergenza del momento e anche in prospettiva futura, comunque, Comune e Ponente Acque hanno realizzato il collegamento dell’acquedotto di Toirano con quello di Borghetto, al fine di consentire ai toiranesi l’utilizzo dell’acqua proveniente dalla rete borghettina finché non sarà stato revocato il divieto di utilizzo.

“Oggi – spiega il vice sindaco Giuseppe De Fezza – i tecnici hanno portato a termine le tarature dell’acquedotto e sono iniziate le operazioni di miscelazione delle acque per ridurre la presenza di arsenico nella nostra rete. Sono stati prelevati i campioni d acqua per le analisi e domani si attendono i risultati per verificare se si può procedere con la potabilità. E’ importante che tutti i toiranesi sappiano che nel momento in cui le sorgenti delle valli torneranno a pieno regime (grazie alle piogge che si spera arrivino presto) verranno staccate le pompe della fonte dell’acqua calda e verrà chiuso mediante una saracinesca il by pass in zona Conad. Pertanto la rete acquedotto di Toirano viaggerà in autonomia con la propria acqua proveniente dalle valli e sarà indipendente dagli altri comuni”.

“Il by pass realizzato in emergenza è comunque un’opera pubblica che potrà tornare utile in futuro per evitare carenze idriche nei periodi dì siccità. Risolto il problema si valuterà con Ponente acque l’installazione di filtri per la fonte dell’acqua calda, sorgente strategica e molto ricca”, conclude De Fezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.