IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Zuccarello in rivolta per l’arrivo dei profughi, il sindaco Paliotto: “Tasse come per gli alberghi”

Il primo cittadino di Zuccarello prende ad esempio Pontinvrea. Critiche sulle affermazioni dell'assessore Mai

Zuccarello. E’ rivolta a Zuccarello per l’arrivo dei profughi: ieri le parole di fuoco dell’assessore regionale della Lega Nord Stefano Mai, oggi le dichiarazioni preoccupate del sindaco Claudio Paliotto, che cita direttamente il “modello Pontinvrea” ed è pronto a varare un nuovo regolamento comunale che prevede la tassazione delle abitazioni private che ospitano migranti con gli stessi parametri delle imposte per gli alberghi.

Insomma, gli alloggi affittati alle coop che gestiscono i profughi sono un “business” e come tali vanno trattati. Questa mattina si è svolto un primo sopralluogo da parte della cooperativa nell’abitazione del centro cittadino che è pronto ad ospitare sei profughi, nell’ambito del piano di accoglienza predisposto dalla Prefettura che prevede la dislocazione dei migranti in alcuni comuni dell’entroterra savonese.

“C’è grande preoccupazione in paese, dai cittadini e dalle famiglie: per noi sei profughi sono un numero consistente da gestire – dice Paliotto -. Ovviamente come comune e come sindaco prometto massima vigilanza e attenzione, vogliamo mantenere la nostra tranquillità e la nostra vita di tutti i giorni”.

E il sindaco di Zuccarello ha già chiesto un incontro con il Prefetto ed è pronto ad un nuovo provvedimento, che prende le mosse da quanto varato nel comune di Pontinvrea dal sindaco Matteo Camiciottoli, ovvero “equiparare a livello di tassazione le abitazioni dedicate ai richiedenti asilo alle strutture alberghiere”. “Stiamo valutando questa misura nella forma di un nuovo regolamento comunale” conferma lo stesso Paliotto.

Tuttavia le dure prese di posizioni che arrivano dal fronte degli amministratori del Carroccio hanno agitato ancora una volte le acque politiche sul tema dei migranti e non mancano le polemiche. Tra i commenti quello di Franco Zunino, ex assessore regionale di Rifondazione Comunista: “…Mandano i mao mao anche al mio paese…Senza parole. Che vergogna un assessore di questo genere!”.

Ma oggi lo stesso assessore Mai rincara la dose, ecco il suo ultimo post:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Saverio Gpallav

    se tutto ciò che gira attorno agli immigrati, a loro e a nostre spese, non fosse un grosso business è molto probabile che il fenomeno sarebbe ridimensionato da tempo