Sotto i riflettori dell'Ippodromo di Villanova d'Albenga la passerella del fuoriclasse Varenne - IVG.it
Party ippico

Sotto i riflettori dell’Ippodromo di Villanova d’Albenga la passerella del fuoriclasse Varenne fotogallery

Tutti in posa per "il capitano", il fuoriclasse che ha vinto tutto e che ora si gode la pensione

Villanova d’Albenga. Quando “Varenne”, soprannominato “il capitano”, è sceso dal camion che lo ha accompagnato in Riviera è stata una emozione per tutti. Agli appassionati di ippica sono subito venute in mente le corse epiche e le vittorie altrettanto leggendarie di questo campione dell’ippica. Non c’è dubbio: è un fuoriclasse e gli applausi ieri sera all’Ippodromo dei Fiori di Villanova erano tutti per lui. Una festa per un cavallo che ha vinto tanto e tutto ed ha emozionato ancora, anche il pubblico che lo ha visto fare la passerella sull’anello villanovese.

Ci si è inchinati di fronte ad un cavallo straordinario sia come forza, ma anche bellezza e intelligenza. Varenne è stato il più grande trottatore mondiale di tutti i tempi. Tonico, magro, rilassato, attento il fuoriclasse è apparso in grande forma davanti agli occhi incuriositi di chi lo ha seguito con passione. Ha corso l’ultima gara il 28 settembre 2002 a Montreal, in Canada, ed ora viene accudito amorevolmente da Anna Crespo, la tata che si occupa di lui da 15 anni.

E’ stato paragonato ad un mito, un po’ come Totti nel calcio, Michael Jordan nel basket, Usain Bolt nell’atletica. Varenne, d’altronde, ha vinto davvero di tutto: 62 corse su 73 disputate, tra cui il Derby italiano di trotto (1998), il Prix d’ Amèrique (2001 e 2002) e il Gran Premio Lotteria di Agnano (2000, 2001 e 2002). Un campione che detiene anche un record: è stato insignito del titolo di “Cavallo dell’anno” in tre differenti nazioni: in Italia (2000, 2001 e 2002), in Francia (2001 e 2002) e negli Stati Uniti (2001).

Da quindici anni Varenne è in pensione nell’allevamento Il Grifone a Vigone (Torino), dove viene impiegato come stallone (tra i suoi figli già tanti campioni). La condizione fisica è ottima e non ha mai avuto problemi di salute. La speranza è che superi i 25 anni, magari arrivi a 30 e che lo si possa rivedere magari ancora una volta nell’anello dell’ippodromo alle spalle di Albenga.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.