A Ranzi un gazebo per sensibilizzare i cittadini sulla pericolosità della guida sotto l'effetto di alcol - IVG.it
Campagna preventiva

A Ranzi un gazebo per sensibilizzare i cittadini sulla pericolosità della guida sotto l’effetto di alcol

Sert, CSEN, l'associazione sportiva Krav Maga Parabellum, il team Diversamente Disabili Onlus ed il Team FC CorseRanzi si sono impegnati nell'evento

Pietra Ligure. Il Ser.T Savona, il comitato provinciale CSEN, l’associazione sportiva Loanese Krav Maga Parabellum, il team Diversamente Disabili Onlus ed il Team FC CorseRanzi. Era questa la composizione della “squadra” che, nei giorni scorsi, durante la Sagra del Nostralino di Ranzi si è impegnata a sensibilizzare i cittadini sulla pericolosità della guida in stato di ebbrezza.

La struttura semplice “Attività di Prevenzione” dell’Asl 2 Savonese, la cui responsabile è la Dott.ssa Rachele Donini, è impegnata da molti anni con i propri operatori ed i ragazzi del progetto “Peer Educator” per promuovere la salute e il benessere, con la presenza in molte sagre del territorio di postazioni informative, nelle quali è possibile sottoporsi gratuitamente e spontaneamente all’etilometro.

Il connubio tra la Krav Maga Parabellum e la struttura “Attività di Prevenzione” del Ser.T diretto dal Dott. Roberto Carrozzino è nato invece nel 2016 proprio allo scopo di sensibilizzare i cittadini sui rischi che si corrono a mettersi al volante dopo aver assunto alcol. La K.M.P. nasce nell’Agosto 2013 da un intuizione del Maestro, Giuseppe Calà scomparso prematuramente nel Gennaio 2015, e dell’attuale dirigente Davide Carosa, presente a questo appuntamento con l’allievo istruttore Gianluca Rosa. Ha come obbiettivo lo studio e la diffusione delle arti marziali,degli sport da combattimento e della difesa personale ed è attiva con progetti rivolti alla tutela della salute degli adolescenti, svolti in campo scolastico e attraverso la pianificazione di incontri mirati.

In occasione della sagra di Ranzi lo CSEN (Centro Sportivo Educativo Nazionale), primo ente di promozione sportivo in Italia, ha messo a disposizione gratuitamente attraverso il presidente del Comitato di Savona Mauro Diotto dei gadget da consegnare a chi sottoponendosi al controllo del tasso alcolemico rientrava nei valori limite di legge (0,50 gr/lt).

Il Team Di.Di. Onlus nato dalla tenacia e volontà del fondatore e Presidente Emiliano Malagoli, vittima di un incidente stradale motociclistico nel luglio 2011 che lo ha privato dell’arto inferiore destro, si prefigge di (ri)portare in sella i ragazzi diversamente abili. Il pilota e istruttore Ventimigliese Daniele Barbero, primo pilota disabile a gareggiare alla 24H di Le Mans, ha rappresentato questa realtà internazionale (Di.Di.), esponendo la moto con cui ha vinto la gara di apertura nel weekend della MotoGp in Francia, per l’occasione allestita con i colori del Team FC Corse di Spotorno del Pilota di Endurance Cristiano Ascanio, reduce dalla vittoria del terzo round amatori 600cc svolto sul Circuito Marco Simoncelli a Misano Adriatico con il pilota Doriano Vietti.

Il gazebo utilizzato per la sagra del Nostralino è stato visitato da molti cittadini, spinti dalla ricerca di informazioni e centosessanta persone si sono sottoposte al test dell’etilometro.

Anche il sindaco di Pietra Ligure Dario Valeriani e il vicesindaco ed assessore ai servizi sociali di Pietra Ligure Sara Foscolo hanno fatto visita allo stand e si sono congratulati con gli operatori sanitari Danila Guerra e Luisa Magnone, sottolineando l’utilità e l’efficacia della prevenzione nel contrastare il numero degli incidenti stradali.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.