IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Cairo Mercati della terra senza Slow Food? Da Altare la proposta di una nuova location per ospitarli

È il gruppo "Città del vetro" a lanciare l'idea di accogliere l'iniziativa nel complesso immobiliare di futura realizzazione

Altare. I mercati della terra “rivoluzionati” a Cairo? Da Altare arriva l’invito a trasferirsi in una location che verrà realizzata nel complesso immobiliare della “Città del vetro”.

La decisione dell’amministrazione guidata da Paolo Lambertini di aprire a Coldiretti e Cia e chiudere il rapporto con Slow Food sta creando reazioni anche nei paesi limitrofi. Proprio attraverso la pagina di Facebook della Città del vetro, Vincenzo Ricotta scrive rivolgendosi “al carissimo referente del Mercato della terra di Cairo”: “nel caso di necessità, offro una location al coperto nell’ampio capannone o piazza di via Cesio ad Altare per un rilancio di un programma del mercato delle eccellenze basato su disciplinari e non solo sul marketing d’effetto. La qualità è una cosa seria”.

Un invito che ha il sapore della provocazione, visto che il progetto immobiliare di recupero dell’ex Savam, fermo da anni, si sta muovendo proprio in queste settimane e il cantiere, in attesa della concessione edilizia, dovrebbe aprirsi a settembre per la realizzazione di un complesso che prevede alloggi e spazi commerciali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.