IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, l’ex assessore Poggio “ringrazia” il sindaco per il suo placet alle azioni della passata amministrazione

"Ok al biodigestore, ok alla Zincol, e da quando c'è la nuova giunta sono miracolosamente spariti i miasmi a Ferrania"

Cairo Montenotte. “Sì al biodigestore, sì al raddoppio, sì ai nuovi insediamenti produttivi sul territorio cairese, in primis la Zincol: il sindaco Paolo Lambertini, a quanto pare, sposa in pieno la politica adottata dagli ex amministratori nonostante le numerose critiche in campagna elettorale”.

Il consigliere di opposizione Alberto Poggio, ex assessore all’ambiente e alle attività produttive di Cairo, interviene senza polemica ma con un velo di sarcarsmo sulle ultime dichiarazioni del primo cittadino in merito alla situazione di Ferrania dove, addirittura, “dal 12 giugno scorso, ossia dopo l’esito delle urne, non si sentono nemmeno più i “terribili” miasmi. Sarà davvero cambiato il vento che scaccia anche gli odori molesti?”.

“Siamo contenti e anche un po’ soddisfatti che la nuova Amministrazione prosegua su strade che erano già state indicate e per le quali gli iter autorizzativi erano già partiti – spiega Poggio – Vuol dire che quelle strade tracciate erano un dato positivo che la precedente amministrazione offriva per lo sviluppo economico della città. Peccato però che su taluni di questi temi noi vecchi amministratori, durante la campagna elettorale, siamo stati oggetto di attacchi violenti e generalizzati e qualche volta anche menzogneri.

Certo il clima della campagna elettorale, si sa, non è mai il migliore soprattutto per chi invoca il “cambiamento” come motivazione fondamentale per il suo futuro operato.

Noi questo lo capiamo benissimo e non andiamo in cerca di polemiche retroattive, anche perché ogni volta che cerchiamo di dire la nostra veniamo sistematicamente accusati da improvvisati portavoce della nuova maggioranza di agire per rabbia o di non lasciar lavorare l attuale amministrazione. A nostro avviso dire la verità non significa agire per rabbia. Significa porsi, anche dal ruolo meno gratificante di opposizione, al servizio della città.

Se qualcuno giudica utile la nostra esperienza per andare avanti nel bene di Cairo ci troverà sempre disponibili e collaborativi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.