IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, un pontile per far crescere turismo e pesca. Cangiano: “Progetto fondamentale per il territorio”

Il progetto ha partecipato ad un bando europeo da 150 mila euro ottenendo il pre-assenso da parte della commissione

Albenga. La creazione di un pontile, da realizzare nella zona della darsena, per sviluppare nuove forme di turismo, itticoltura e ittioturismo anche sul territorio ingauno. E’ questo il progetto con cui il Comune di Albenga ha partecipato ad un bando europeo riguardante interventi per lo sviluppo della pesca e che ha già ottenuto il pre-assenso da parte della commissione giudicatrice.

“Questo pontile – spiega meglio il sindaco della città delle Torri, Giorgio Cangiano – ci permetterebbe di avere un approdo dal quale, ad esempio, far partire le escursioni intorno all’isola Gallinara o le immersioni al relitto della nave romana. Grazie ad esso, potremmo progettare interventi di sviluppo della pesca e dell’itticoltura, con ovvie positive ricadute per tutto il nostro territorio, che al momento non dispone di strutture idonee a servire le imbarcazioni di dimensioni maggiori”.

Il progetto è composto da due parti. Il primo stralcio prevede la realizzazione di un pontile sorretto da pilastri da erigere direttamente in mare. Questo intervento sarebbe finanziato al cento per cento dai fondi europei previsti dal bando, cioè circa 150 mila euro. La seconda parte di intervento, slegata da finanziamenti europei, potrebbe eventualmente contemplare il “prolungamento” dello stesso pontile tramite una piattaforma che permetterebbe di “dare ancora più slancio all’iniziativa”. Questo altro stralcio potrebbe essere realizzato in un secondo momento o anche contemporaneamente alla prima fase del progetto.

Il Comune di Albenga ha presentato il progetto tramite la società Ips, a cui l’amministrazione Cangiano ha dato incarico di individuare i bandi europei di maggiore interesse. Il pre-assenso, ovviamente, non rappresenta una vera e propria “vittoria” del bando, ma “è un passo importante. Anche per questo – aggiunge Cangiano vorrei fare i miei complimenti al consigliere comunale con delega ai fondi europei Eleonora Molineris (che già ci aveva permesso di ottenere 250 mila euro per il cammino di San Martino); a Ips, che ha portato avanti la nostra iniziativa; al presidente degli albergatori di Albenga Alessandra Zunino e al presidente di Confcommercio Lorenza Giudice, che ci hanno fornito lo spunto su cui poi abbiamo lavorato insieme con Ips e con cui abbiamo partecipato al bando europeo”.

Se Albenga otterrà o meno questo fondi lo si saprà solo in autunno: “Al momento stiamo lavorando ai dettagli del progetto. Che non comporta interventi molto impegnativi. I tempi, perciò, sarebbero molto rapidi. Se tutto dovesse andare per il meglio, per la prossima estate dovremmo essere operativi. Il progetto è ritenuto da più parti molto importante per lo sviluppo della pesca, del turismo e dell’itticoltura e permetterebbe di dare un pontile alla città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.