Ad Albenga Dreams si parla di "gamification" con il game designer Marco Vallarino - IVG.it
Videogiochi

Ad Albenga Dreams si parla di “gamification” con il game designer Marco Vallarino

Domani alle 21 in piazza San Michele

Albenga. Si parlerà anche di gamification a Albenga Dreams, la fiera di cosplay, fumetti e giochi che si tiene questo fine settimana nella cittadine del ponente savonese.

Domani (domenica) alle 21 piazza San Michele ospiterà un incontro con Marco Vallarino, giornalista e game designer, che spiegherà come, attraverso l’applicazione delle dinamiche e degli stili propri dei videogiochi a processi formativi e promozionali, si possa ottenere un maggiore coinvolgimento dell’utente.

“Grazie all’approccio interattivo – dice Vallarino – e talvolta competitivo della gamification, il pubblico è più stimolato a seguire l’evento, sia nel caso di una lezione che in quello di una pubblicità”.

La serata sarà dedicata in particolare al fenomeno della interactive fiction, ovvero storie da leggere, da scrivere e da giocare. Un tipo di opera a metà tra gioco e libro che sta riavvicinando molti giovani al mondo della lettura, grazie alla possibilità di vivere da protagonista la narrazione proposta.

Per dare una dimostrazione pratica delle potenzialità dell’interactive fiction nell’ambito della gamification e dello storytelling, Vallarino proporrà una presentazione di uno dei suoi giochi di punta, “Salvate lo Stregatto”, mini giallo umoristico in cui bisogna trovare un gatto scomparso prima che diventi una pelliccia. Il pubblico potrà giocare in diretta con l’autore tramite un maxischermo e confrontarsi con lui sui problemi da risolvere nel corso dell’azione, fino al raggiungimento dell’agognato lieto fine.

leggi anche
  • Videogames
    Albenga Dreams, il programma del secondo giorno

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.