Minaccia?

Un altro finto cadavere: fantoccio impiccato sulla A10 a Ceriale

L'allarme dato da un camionista, dietro il collo del "pupazzo" una lettera. E' il secondo episodio, una settimana fa era accaduto ad Albenga

fantoccio appeso
Foto d'archivio

Ceriale. Svegliarsi e ritrovarsi davanti un uomo impiccato. E’ la disavventura capitata questa mattina intorno alle 6 ad un camionista sulla A10: ma il “cadavere”, fortunatamente, era soltanto un fantoccio.

Si tratta in realtà del secondo episodio di questo tipo, dopo il caso del fantoccio trovato 9 giorni fa appeso al cavalcavia dell’Aurelia ad Albenga (nella foto in alto). Questa volta l’anonimo autore della minaccia ha agito in autostrada, all’altezza del cavalcavia dell’autogrill di Ceriale. A dare l’allarme un camionista, che si era fermato nell’area di sosta per la notte: al risveglio ha trovato quello che sembrava essere un uomo impiccato.

L’uomo ha subito chiamato i soccorsi, e sul posto è intervenuta un’ambulanza di Pietra Soccorso. Una volta arrivati, i militi si sono resi conto che in realtà non si trattava di un uomo ma di un semplice “pupazzo”, proprio come una settimana fa.

Ed esattamente come nel caso del “cadavere” di Albenga, l’autore del gesto ha lasciato sul fantoccio una lettera (nascosta dietro al collo). Starà ora alle forze dell’ordine indagare sulle rivendicazioni contenute all’interno.

Più informazioni
leggi anche
fantoccio appeso
Avvertimento?
Albenga, indagini sul fantoccio appeso dal cavalcavia sull’Aurelia
manichino a10 joker
Mistero svelato
Manichino “impiccato” sul viadotto dell’A10, la stradale di Imperia scopre l’identità di “Joker”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.