Delfini superstar nella Baia del Sole, tuffi e piroette nel Santuario Pelagos - IVG.it
Nel blu

Delfini superstar nella Baia del Sole, tuffi e piroette nel Santuario Pelagos fotogallery

Avvistamenti continui nello specchio di mare antistante Alassio, Laigueglia e Albenga

Delfini giocano nella Baia del Sole

Alassio. Tuffi e piroette da lasciare a bocca aperta. L’equipaggio del “Mola Mola” che da mesi “naviga” al largo della costa alassina ha incrociato un branco di delfini. I cetacei, per nulla spaventati, hanno regalato ancora una volta uno spettacolo da togliere il fiato. Alberto Balbi ha scattato diverse fotografie di questo show improvvisato tra le onde della Baia del Sole mentre si trovava a bordo dell’imbarcazione comandata da Giovanni Busè.

E non è prima volta che i biologi della cooperativa Costa Balenae, coordinati da Barbara Nani, avvistano cetacei davanti al litorale tra Albenga, Alassio, Laigueglia e Capo Mele di Andora. Stenelle, capodogli, ma anche tartarughe sono state segnalate proprio in quel tratto di mare. Avvistamenti che si sono susseguiti anche non lontano dall’isola Gallinara.

Studiosi ed esperti ricordano di non avvicinarsi troppo ai cetacei che vivono nel Santuario Pelagos. Tra l’altro, nella vicina Francia, il WWF ha ottenuto “l’installazione obbligatoria di sistemi anti-collisione su tutte le navi francesi di oltre 24 metri che transitano più di 10 volte all’anno nel Santuario “ma questa misura riguarda solo le navi battenti bandiera francese che sono in numero inferiore rispetto alle navi italiane”. Il tasso di crescita del traffico marittimo fa aumentare il rischio di collisione nel Santuario Pelagos, la più grande area protetta del Mediterraneo condivisa tra Italia, Principato di Monaco e Francia dove è più abbondante la presenza dei cetacei.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.