IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trasporti “verdi”, provincia di Savona prima in Liguria per camion e bus post Euro 3

Aumento del 56,9% tra il 2010 e il 2015 di mezzi pesanti ecocompatibili

Savona. La provincia che ha fatto registrare il maggior aumento di autocarri e autobus di categoria emissiva post Euro 3 in Liguria negli ultimi anni è Savona (+56,9%), seguita da Imperia (+56,3%), La Spezia (+50,6%) e Genova (+34,4%). Questi dati emergono da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su rilevazioni ACI.

In Liguria sono in circolazione 31.788 autocarri per il trasporto merci e autobus di categoria emissiva superiore ad Euro 3 (cioè che appartengono alle categorie emissive Euro 4, 5 e 6), che corrispondono al 37% sul totale regionale. Nel 2010 gli autobus e gli autocarri post Euro 3 in circolazione erano 22.054 (il 24,6% del totale). Tra il 2010 e il 2015 vi è stata, quindi, una crescita del parco circolante di autocarri e autobus post Euro 3, crescita che è stata del 44,1%.

Nello stesso periodo la crescita del parco circolante di autobus e autocarri per trasporto merci di categoria emissiva superiore a Euro 3 registrata in tutta Italia è stata del 53,8%. Si può quindi dire che l’aumento registrato in Liguria è stato minore rispetto a quello nazionale.

I dati della ricerca confermano che vi è ancora in circolazione nel nostro Paese una massa di autocarri e autobus datati, immatricolati prima dell’entrata in vigore della normativa Euro 4, che è avvenuta nel 2006. Questi veicoli non dispongono delle più recenti tecnologie di sicurezza e dei dispositivi atti a ridurre le emissioni di sostanze nocive. Vi è quindi ampio spazio per un ricambio del parco circolante dei mezzi pesanti finalizzato a rendere più sicuri, più efficienti e più ecocompatibili i trasporti su strada.

Sebbene le immatricolazioni di nuovi mezzi di trasporto di merci e persone siano in crescita, non è pensabile che l’intero parco circolante datato possa essere sostituito in tempi brevi. Ma non è solo attraverso il ricambio dei mezzi in circolazione che si possono rendere più sicuri, più efficienti e più ecocompatibili i trasporti su strada. Vi sono infatti soluzioni tecnologiche che possono contribuire a raggiungere questi obiettivi, in attesa di completare la sostituzione dei mezzi più vecchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.