IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Pirates stendono gli Islanders: adesso rotta a Nord-Est foto

Sconfitti i veneziani; i prossimi avversari saranno i Sentinels Isonzo

Albisola Superiore. Un inedito scontro è andato in scena al Pirates Field di Luceto, con i due team, Pirates ed Islanders, che per la prima volta si affrontavano in una partita di campionato.

I veneti scesi in Liguria con la forza della loro tradizione e del loro recente passato in A2, i Pirati consapevoli della loro forza e del loro gioco. Assenze eccellenti in entrambi gli schieramenti, buon pubblico, sole con temperatura calda ma giornata fortunatamente ventilata.

Partono forte i veneti che con il loro #81 Longo chiudono tre primi down consecutivi, con una serie di corse. Ma la D pirata, “the black wall”, fa buona guardia e chiude ogni varco annullando anche il quarto tentativo dei lagunari. Palla all’attacco pirata che combina subito un pasticcio, con un fumble tra quarterback e centro, in shotgun, palla che rotola che viene prontamente raccolta dal #44 veneto che la porta fino a ridosso della end zone prima di essere placcato dallo stesso quarterback, il #1 Burato. Un paio di brevi corsi ed i veneti vanno in vantaggio sempre con il #44 Rosada. La trasformazione viene bloccata dalla D pirata. Pirates 0 – Islanders 6.

I pirati non si disuniscono. Con calma e lucidità il #1 Burato riprende in mano il suo attacco e con un bel drive di corse e lanci percorre il campo fino alle 30 yds venete. Qui, un preciso lancio sul suo tight-end #85 Berti, in odore di derby visto la sua provenienza friulana, permette ai pirati di pareggiare in meno di 3 minuti. Colombo calcia tra i pali. Pirati in vantaggio. Pirates 7 – Islanders 6.

Anche i veneti si dimostrano squadra tosta e consapevole del proprio valore. Un buon drive che si chiude in maniera fortunosa per loro, fino a ridosso della end zone ligure. Infatti, un lancio di oltre 30 yds colpisce sulla schiena il corner back ligure con il #13 veneto Sportillo, che lo raccoglie velocemente, completando una ricezione che sembrava oramai persa. Ma la D pirata non trema. Chiude molto bene quando il campo si restringe ed il #69 Dervishi provoca un fumble che viene prontamente ricoperto dallo stesso giocatore, riconsegnando la palla al suo attacco. Rientrano i pirati sulle proprie 5 yds e con buone combinazioni di lanci e corse percorrono tutto il campo fino a segnare nuovamente con una breve corsa del #1 Burato. Il calcio di Colombo viene stoppato. Pirates 13 – Islanders 6.

I veneti accusano il colpo. La D pirata oramai si è registrata e concede un punt ai veneti. Altro buon drive ligure che arriva sulle 30 yds. Anche la D veneta fa buona guardia. I pirati vanno al field goal. Finta che non riesce e palla intercettata. Ripartono i lagunari, ma vengono a loro volta intercettati dal #44 Leoni. Finisce così il primo tempo.

Nel secondo tempo partono in attacco i liguri, ma vanno al punt. I veneti provano a rientrare in partita anche con finta field goal, ma è sempre il “black wall” pirata a fare buona guardia e chiudere i varchi. Rientra la offense ligure, ma qui il #1 Burato si fa intercettare a metà campo. I veneti ci credono. Ma un fumble riportato in touch down dal #43 Perrone, mvp defense della partita, affossa le residue speranze. Colombo centra i pali. Pirates 20 – Islanders 6

La partita, complice il caldo, vive una fase di stanca. Ottimo punt veneto fino sulle 2 yds liguri. I pirati non riescono ad uscire e vanno anche loro al punt, ma molto corto. I veneti ripartono sulle 30 yds liguri. Una buona occasione per riaprire la partita ed infatti non se la lasciano sfuggire. Ed è il #81 Longo a violare l’end zone ligure ricevendo uno screen pass ed entrando in end zone in solitaria. La trasformazione da 2 punti viene bloccata. Pirates 20 – Islanders 12.

Ora l’inerzia sembra passare nelle mani dei veneti. Inizia cosi il quarto quarto. I pirati fanno “ball controll” e soprattutto mantengono la concentrazione. Buon drive con una ricezione fantastica di oltre 20 yds del #89 Robello che porta i suoi sulle 5 yds venete. Il #32 Castagnola corona la sua ottima partita, segnando il touch down. Colombo viene fermato sulla trasformazione. Pirates 26 – Islanders 12.

I veneti tentano il tutto per tutto. Entrano tra i liguri i back up. Buon drive veneto che si chiude fino quasi sulla goal line pirata. Qui ancora una volta la defense, con dentro anche l’icona dei pirati “The Master of Pirates”, il #54 Marino, chiude gli spazi. I veneti provano anche un trick play, ottimamente letto dal DE #43 Perrone, che forza il tackle for loss, ricacciando indietro i lagunari giunti al quarto tentativo. Palla in mana alla offense ligure. Fischio finale.

Ottima partita, giocata molto bene da entrambe le formazioni. I veneti pagano forse eccessivamente il viaggio ed il caldo, ma hanno lottato fino alla fine senza regalare neanche un centimetro, che faticosamente, i pirati hanno conquistato. Partita arbitrata bene e molto corretta.

I Pirates sono attesi da una lunga trasferta in terra friulana contro i Sentinels Isonzo, ranking #1 Nord Conference. Una partita impegnativa contro un avversario ostico, abituato ad un football molto fisico. Appuntamento per domenica 11 giugno alle ore 16 al campo comunale di Fogliano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.