Diniego

Paita e Pastorino: “L’assessore Cavo nega il patrocinio della Regione al Liguria Pride di domani”

"È davvero una brutta deriva quella presa dalla nostra regione sul tema dei diritti civili"

liguriapride2016

Regione. “La Regione Liguria ha negato il patrocinio istituzionale al Liguria Pride di domani”. Ad annunciarlo sono Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria, e Gianni Pastorino, capogruppo Rete a Sinistra/Liberamente Liguria.

“La regione lo ha fatto con una laconica comunicazione dell’assessore Cavo inviata questa mattina agli organizzatori, perché la manifestazione ‘non è ritenuta in linea con il programma politico’ della maggioranza ‘in materia di politiche sociali e di tutela della famiglia’. Curiosamente questa decisione è stata maturata a poche ore dall’evento e lo stesso giorno in cui il centrodestra ha sancito, con il proprio voto in consiglio regionale, che chi denigra le persone omosessuali non va condannato”.

“È davvero una brutta deriva quella presa dalla nostra regione sul tema dei diritti civili. La destra degli sportelli antigender vuole farci tornare indietro di decenni rispetto a conquiste sociali importanti. Posizioni antistoriche e discriminatorie che, come Pd, Rete a Sinistra/Liberamente Liguria e Sinistra Italiana, continueremo a condannare e combattere. Tutto ciò senza creare distinzioni fra opposizioni, perché sul tema dei diritti civili ci devono essere percorsi unitari forti”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.