A Finale una conferenza dedicata al relitto di Noli e alla “prima vittoria di Nelson” - IVG.it
Ritrovamento eccezionale

A Finale una conferenza dedicata al relitto di Noli e alla “prima vittoria di Nelson”

Nel Marzo 1795 si affrontano nel mare antistante la nostra costa 55 navi e 40.000 uomini, le Marine più potenti del mondo di allora

Finale Ligure. Domani alle 21, presso la Sala Boncardo sul lungomare di Finale Ligure, si terrà l’incontro dal titolo “1795: la prima vittoria di Nelson” dedicata alla scoperta archeologica subacquea nelle acque finalesi che riscriverà la storia. Ne parleranno Marco Colman, Alessandro Garulla, Simonluca Trigona.

Un ritrovamento davvero eccezionale quello fatto nelle acque Finalesi nello scorso 2016, un relitto che la stessa soprintendenza definisce “una delle più importanti scoperte dell’archeologia subacquea nel Mar Ligure”. Nel Marzo 1795 si affrontano nel mare antistante la nostra costa 55 navi e 40.000 uomini, le Marine più potenti del mondo di allora, ed in terra ferma gli eserciti in epiche e cruente battaglie. La prima grande vittoria in mare dell’allora Capitano Horatio Nelson, che proprio grazie al coraggio e bravura dimostrata in questo scontro, riceve in premio il Comando di una squadra navale. Il fine ultimo di questi sanguinosi combattimenti era il possesso del Porto di Vado ed il controllo delle grandi strade Finalesi da cui invadere l’Europa.

“L’equipe che ha studiato il relitto di Capo Noli, in un anno, ha scandagliato  a tappeto archivi italiani ed esteri, pubblici e privati, raccolto testimonianze oculari e tutta la documentazione pubblicata sulla Battaglia Navale dall’evento ad oggi, comprese rarissime pubblicazioni  come la dettagliatissima bibliografia di Coudè Comandante del Vascello da 80 Cannoni Ca Ira, che fù costretto ad arrendersi proprio a Capo Noli dopo aver perduto oltre 500 uomini fra morti e feriti. La stessa Equipe è da mesi sulle tracce di altri relitti della stessa battaglia ed i ben informati “mormorano” di tre relitti già  scoperti complessivamente. Insomma, un grande Puzzle fatto di scoperte archeologiche e documenti inediti che sta delineando una Storia molto diversa da quella pubblicata sino ad ora. Una “Storia da riscrivere” che ben si intreccia con i grandi movimenti di terra della varie armate nel nostro territorio del 1795. Una grande opportunità per Finale che nel marzo del 2018 patrocinerà un convegno europeo  su queste nuove scoperte e che darà vita ad un Progetto Anglo-Franco- Italiano di ricerche. Le maggiori Università francesi, gli uffici storici di molte marine interessate sono già state informate e molte istituzioni hanno già formalmente aderito ed  altre sono in procinto di farlo. Una ricca e rimarchevole serata quella proposta dallo Zonta Club di Finale Ligure, con ospiti d’eccezione, che renderà pubblico e nei dettagli il grande lavoro svolto dall’Equipe che sta ricostruendo il Puzzle del 1795 in mare ed in terra” spiegano gli organizzatori dell’evento.

L’incontro è ad ingresso libero. L’evento si svolge con il patrocinio dell’Unione dei Comuni del Finalese.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.