IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni comunali 2017, Vigliercio (Pd): “Sconfitta netta, ora la ricostruzione del partito” fotogallery video

Il segretario provinciale ha convocato una direzione urgente del partito dopo la pesante sconfitta elettorale

Savona. Una direzione provinciale del partito urgente che sarà convocata già per la prossima settimana e che si preannuncia a dir poco infuocata dopo la batosta elettorale del Pd a questa tornata elettorale, a ponente come in Val Bormida e con pesanti ripercussioni generali che potrebbero arrivare in caso di altre e più pesanti sconfitte come a Genova o La Spezia.

Le elezioni comunali 2017 hanno confermato il trend negativo del partito nel savonese: la sconfitta nella roccaforte cairese (dopo dieci anni di amministrazione e con un sindaco per anni anche segretario provinciale del Pd) e la debacle di Giancarlo Maritano a Borghetto Santo Spirito sul quale il Pd puntava per non lasciare la città ponentina al centro destra.

“Una sconfitta netta, non ci sono dubbi ed è giusto assumersi le responsabilità politiche sull’esito del voto – ha detto il segretario provinciale del Pd Giacomo Vigliercio -. Bisogna analizzare con calma e a mente fredda cause e ragioni e per questo fare subito una riunione della direzione provinciale. E’ indispensabile unirci e fare quadrato, assieme, con l’obiettivo di ripartire”.

“Come Pd savonese abbiamo iniziato solo da poco un nuovo percorso, una nuova linea per tornare di più con la gente e riconquistare così non solo i nostri elettori, ma quanti oggi non vanno più a votare e hanno perso fiducia nella politica e nelle istituzioni. Alla fine questa sconfitta può essere anche vista come una opportunità, una opportunità unica per il partito, per capire gli errori e avviando una seria ricostruzione attuando la nuova linea della segreteria” aggiunge Vigliercio.

Entrando nell’analisi del voto nei comuni del savonese: “Abbiamo vinto ad Altare e Boissano, dove i cittadini hanno ampiamente premiato una scelta di continuità amministrativa grazie a sindaci e candidati capaci che si sono fatti apprezzare negli anni. A Cairo senz’altro qualcosa non ha funzionato, Matteo Pennino era un ottimo candidato e con una squadra vincente, tuttavia il dato dimostra che i cittadini avevano voglia di cambiamento e così è stato, indipendentemente dal buon governo cittadino degli ultimi dieci anni di amministrazione comunale. A Borghetto Santo Spirito dobbiamo forse recitare un mea culpa per qualche errore commesso nella campagna elettorale, il gap rispetto al vincitore del centro destra è stato notevole e questo deve far riflettere”.

E il segretario Vigliercio conclude: “Speravamo in altri risultati, è vero, indubbiamente l’astensionismo resta un fenomeno preoccupante, tuttavia non possiamo ora guardarci troppo indietro e con la nuova segreteria, la nuova direzione e tutti gli organi del partito dobbiamo metterci assieme per la ricostruzione di un Pd che torni ad essere forte e in grado di vincere i prossimi appuntamenti elettorali del 2018, ad Alassio, Ceriale, Carcare e Cengio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.