"Sono dello staff, datemi il furgone Red Bull": una volta scoperto lo ruba e fugge sull'Aurelia - IVG.it
Davanti a testimoni

“Sono dello staff, datemi il furgone Red Bull”: una volta scoperto lo ruba e fugge sull’Aurelia

E' accaduto ad Andora nell'area del concerto di Roy Paci: autore del furto è Carlo Molinari, figlio dell'ex questore Arrigo

Andora. Voleva quel furgone marchiato Red Bull, lo richiedeva a gran voce. Prima ha tentato con un bluff, poi, quando ha capito che non sarebbe più riuscito ad ingannare lo staff, in un lampo si è appropriato delle chiavi, è salito a bordo ed è fuggito, sotto gli occhi increduli dei presenti.

Protagonista dell’incredibile episodio, questo pomeriggio, è stato Carlo Molinari, noto alle cronache in quanto figlio dell’ex questore di Genova Arrigo Molinari ucciso da 22 coltellate all’interno del residence Ariston di sua proprietà il 27 settembre 2005.

L’uomo si è presentato nell’area che ad Andora ha ospitato la sera del 2 giugno il concerto di Roy Paci, dove erano in corso i lavori di smontaggio, sostenendo di essere stato incaricato dall’organizzazione di trasportare i due furgoni marchiati Red Bull (utilizzati come bar mobili durante la manifestazione) presso la Suerte di Laigueglia. Lo staff, però, si è insospettito e ha telefonato al titolare della discoteca, Arcangelo Pisella, che ha subito negato di aver autorizzato qualcuno a compiere quel trasferimento.

furto furgone red bull

A quel punto lo staff ha rimosso le chiavi dai furgoni, mentre nel frattempo Pisella raggiungeva l’area per capire meglio la situazione. L’imprenditore si è così trovato davanti un Carlo Molinari più che mai deciso a prendere uno dei furgoni: in quanto titolare dell’area, sosteneva l’uomo, ne aveva diritto, ed in caso contrario avrebbe chiamato i carabinieri.

Pisella allora ha deciso di telefonare personalmente alle forze dell’ordine: in quel momento Molinari, davanti a tutti i testimoni, si è appropriato delle chiavi ed è schizzato su uno dei due furgoni. In pochi secondi lo ha messo in moto, ha sfondato una transenna (l’area era recintata) ed è fuggito sull’Aurelia (nel video in alto il momento in cui il furgone si allontana).

furto furgone red bull

Il furgone, però, era dotato di impianto Gps ed è stato rapidamente localizzato: è stato ritrovato poco dopo ad Imperia, chiuso e parcheggiato in via dei Marinai, a 200 metri dal palazzetto dello Sport. L’uomo è ora ricercato dai carabinieri. Inevitabile una denuncia per furto per Molinari, che già in passato ha avuto guai con la giustizia: nel 2015 è stato indagato nell’ambito di una indagine su violazioni finanziarie e fiscali legate alla vendita dell’ex Ariston, da tempo in stato di abbandono e che nell’estate 2014 era stata posto sotto sequestro per reati ambientali. L’uomo era accusato di evasione fiscale: al vaglio degli inquirenti i passaggi fiscali della vendita nel 2008 (una operazione da quasi 20 mln di euro, con una parte della proprietà rimasta a Carlo Molinari e un’altra venduta ad una società milanese). Oggi l’uomo gestisce una spiaggia a Borgo Prino di Imperia.

leggi anche
ex ariston andora
Reati fiscali
Evasione fiscale per l’ex Ariston: nei guai Carlo Molinari, il figlio dell’ex Questore

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.