IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calcio, al via la collaborazione per il settore giovanile tra Pietra Ligure e Borgio Verezzi foto

Dalla leva Piccoli Amici agli Allievi le due società lavoreranno insieme

Pietra Ligure. ASD Pietra Ligure 1956 e USD Borgio Verezzi uniscono le forze, per due stagioni, con un accordo di collaborazione relativo alle categorie giovanili dalla leva Piccoli Amici agli Allievi.

collaborazione tra il Pietra Ligure Calcio e il Borgio Verezzi

È stato siglato questa mattina, in sala consiliare a Pietra Ligure, alla presenza dei dirigenti delle due società calcistiche e di alcuni esponenti delle amministrazioni comunali; sarà valevole per le stagioni 2017/18 e 2018/19.

Secondo l’accordo, Fabio Vignaroli del Borgio Verezzi e Giovanni Guaraglia direttore sportivo del Pietra Ligure si occuperanno della direzione tecnica e della gestione, scegliendo allenatori e collaboratori, seguendo i nulla osta, eccetera.

Il Pietra Ligure 1956 si occuperà dell’iscrizione di tutti gli atleti delle categorie in questione, percepirà i soldi delle quote che serviranno per il pagamento dell’assicurazione dei singoli atleti, il pagamento dei rimborsi mensili dei mister e dei collaboratori, l’acquisto del materiale necessario per lo svolgimento degli allenamenti.

Il Pietra Ligure 1956 riconoscerà all’USD Borgio Verezzi un forfait di 20 euro per ciascun atleta iscritto come contributo per le spese di acqua, luce e gas della struttura sita in via Valle 33, dove si svolgeranno gli allenamenti dei calciatori dalla categoria Piccoli Amici agli Esordienti secondo anno.

L’organizzazione dei tornei delle leve giovanili verrà decisa in collaborazione tra le due società, in modo da poter svolgere su entrambi i campi i tornei per tutte le leve in questione. Gli introiti dei tornei aventi andranno alla società che li ospiterà nel proprio impianto.

Gli sponsor che ciascuna società troverà saranno gestiti interamente dalla società stessa che avrà siglato l’accordo.

L’USD Borgio Verezzi è intenzionata ad avere una squadra di calcio femminile e il tesseramento sarà valutato da entrambe le società. La prima squadra del Borgio Verezzi si allenerà al “De Vincenzi” con orari da stabilire solamente quando il campo di Borgio sarà impraticabile per eventi meteorologici.

Oggi viene sancita una collaborazione importante tra le due società sportive – afferma Dario Valeriani, sindaco di Pietra Ligure – cui i due Comuni sono spettatori, testimoni ed importanti punti di riferimento. Le società sportive metteranno insieme le loro capacità, le loro forze, i loro entusiasmi per poter andare incontro a quelle che sono le esigenze degli utenti. Gli utenti sono i nostri ragazzi, i nostri giovani, per i quali fare sport è la cosa più importante che possa esserci”.

La collaborazione – prosegue – sarà biennale, dai Piccoli Amici agli Allievi, che avranno la possibilità di usare gli spazi disponibili nei due comuni. Questo darà la possibilità di far crescere i nostri ragazzi. Era un’idea che era già sorta alcuni anni fa e che oggi finalmente si riesce a realizzare. Abbiamo la fortuna di avere Fabio Vignaroli che come ex giocatore il calcio lo ha vissuto da professionista e darà una mano a far crescere tutti i ragazzi. Ci tengo a sottolineare che la cosa più importante è il valore educativo che deve avere lo sport; è la parte più importante che devono perseguire sia le amministrazioni comunali che le società sportive”.

A Borgio Verezzi c’è un centro sportivo che ritengo importante, per il calcio e per il tennis, e ci sono anche degli spazi per fare degli eventi – dichiara Pier Luigi Ferro, assessore allo sport di Borgio Verezzi – e per questo credo sia importante unire lo sport alla promozione turistica ed ambientale. Il settore giovanile del Borgio Verezzi si era un po’ appassito nel tempo; adesso in sinergia con il Pietra Ligure tornerà a crescere. Lo sport è vita, socialità, accettare dei regolamenti e metterli in pratica, quindi fair play e rispettare le regole. Poi si può anche perdere, ma io ho sempre detto che si può perdere senza essere perdenti. Soprattutto nel settore giovanile bisogna divertirsi, accettare la sfida e mettercela tutta perché l’impegno è la regola fondamentale. C’è il presupposto perché i nostri ragazzi possano divertirsi che è la cosa più importante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.