Vado, la parola a Valter Battiston - IVG.it
Vado spera

Vado, la parola a Valter Battiston

"Il presidente Franco Tarabotto è determinato a migliorare la squadra, a prescindere dal campionato in cui giocheremo"

Walter Battiston

Vado Ligure. Il primo round, di un match della durata di 180 minuti, se lo e’ aggiudicato il Pavia, ma il Vado, che non ha affatto sfigurato, di fronte ad un avversario così importante, ha ancora novanta minuti a disposizione, per cercare di ribaltare la situazione, al momento favorevole ai lombardi.

E allora, abbiamo chiesto a Valter Battiston, molto legato sul piano professionale e umano al presidente rossoblù, Franco Tarabotto, cosa devono fare Ghigliazza e compagni per provarci…
Bisognerà ripartire dalla seconda frazione di gioco – ci dice, perentoriamente BattistonNei primi quarantacinque minuti di gioco eravamo troppo contratti e in soggezione dell’avversario, mentre nel seguito della gara, siamo stati aggressivi, determinati e spavaldi, subendo il raddoppio nel nostro miglior momento di gioco. Per fortuna, ci ha pensato Donaggio, a realizzare la rete che ci dà ancora qualche speranza di proseguire in questi spareggi”.

Dacci il tuo giudizio sull’annata calcistica del Vado, secondo solo alla corazzata Albissola, ma arrivato davanti a team, come Genova Calcio e Imperia, che avevano organici molto competitivi…
“Desidero iniziare questa valutazione, parlando del nostro mister Luca Tarabotto… So perfettamente che in molti credevano non fosse all’altezza della situazione, invece il trainer ha smentito tutti, portando il Vado a giocare un ottimo campionato, grazie ad una eccellente organizzazione di gioco, dopo essere riuscito a coinvolgere al massimo tutto lo spogliatoio e a valorizzare i nostri giovani, a cominciare da Esposito e per finire a Rignanese (classe ’98) e Metalla (’99). Voglio spendere due parole su Di Pietro e Donaggio: il nostro attaccante è veramente una grande persona, prima ancora di essere un eccellente giocatore. Quanto a Donaggio, ha delle potenzialità tali e, che se riuscirà ad esprimerle appieno, potrà diventare un top player”.

In una sorta di ‘sliding door’, quale tipo di squadra metterà in piedi, il Vado, se dovesse giocare in Eccellenza e quale in Serie D?
“Il presidente Franco Tarabotto è determinato a migliorare la squadra, a prescindere dal campionato in cui giocheremo; i nuovi innesti dovranno alzare il livello tecnico della squadra e aiutare a consolidare ancor più l’anima del nostro spogliatoio”.

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.